Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Fiumefreddo di Sicilia, si aggrappa a un treno in transito: denunciato 22enne gambiano

MESSINA. Attimi di paura a Fiumefreddo di Sicilia per dei gravi e ripetuti comportamenti di un ragazzo del Gambia di 22 anni. I gesti dell’extracomunitario, oltre a mettere a rischio la propria vita, hanno messo a repentaglio la sicurezza del trasporto ferroviario. Il giovane si è aggrappato a un treno merci per poi successivamente dileguarsi nelle campagne circostanti alla vista degli operatori della Polizia Ferroviaria intervenuti per bloccarlo. Gli agenti di Taormina, rendendosi conto del grave pericolo, ha intensificato i servizi di vigilanza sul territorio e sui treni di competenza, predisponendo ulteriori pattuglie automontate e appiedate per intercettare l’uomo. Poco dopo la presenza del giovane è stata segnalata lungo i binari, tanto che un treno regionale è stato costretto a fermarsi per scongiurare un incidente. Le scorribande nell’ambiente ferroviario hanno avuto termine a bordo di un regionale diretto a Messina, dove il giovane extracomunitario è stato individuato dagli agenti della Polfer e condotto negli uffici di Polizia per le contestazioni del caso. In particolare l’uomo dovrà rispondere dei reati di resistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio, reati per i quali è stato denunciato a piede libero. Il suo comportamento non solo ha recato grave pregiudizio alla sicurezza ferroviaria, ma ha anche offerto degli spunti negativi per emulazioni soprattutto per i ragazzi che sui social network accettano sfide estreme di questo tipo. Condotte illecite e pericolose contro cui l’azione della Polizia Ferroviaria è molto intensa sia sul piano repressivo, nel quotidiano ma anche nel corso di giornate di controlli dedicati a sanzionare i trasgressori, che sul piano preventivo, attraverso gli incontri con gli studenti di ogni ordine e grado nell’ambito del Progetto Train…to be cool.