Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Finanziaria, avviati incontri con categorie produttive

Hanno preso avvio oggi gli incontri programmati dall’assessore per l’Economia, Gaetano Armao, con le categorie produttive che hanno chiesto di poter discutere le norme presenti nel ddl sulla finanziaria approvato dalla Giunta di Governo, prima che si avvii il percorso parlamentare.

Stamattina, si sono svolti quelli con i rappresentanti di Rete Imprese Italia-Sicilia (Casartigiani, Confcommercio, Confesercenti, CNA), Agci, Cia, Claai, Confagricoltura, Confcooperative, Lega Coop e quelle del settore turistico. “Ho accolto l’invito giunto – ha detto Armao – per comunicare le preoccupazioni e gli intendimenti che stanno alla base di questa legge finanziaria e raccogliere dalle categorie ogni altro utile suggerimento, prima della discussione che nelle prossime settimane prendera’ il via a Palazzo dei Normanni”.

Preliminarmente, l’assessore ha detto che “senza investimenti non ci puo’ essere crescita ne’ si puo’ uscire da una crisi di dimensioni cosi’ vaste, proprio mentre i tagli alla spesa varati dal Governo nazionale spingono verso una spirale recessiva le regioni come la Sicilia, dotate di autonomia finanziaria”.

L’assessore Armao ha anche informato i presenti del serrato lavoro in atto nella Conferenza delle Regioni per giungere collegialmente a soluzioni in grado di rilanciare lo sviluppo del Paese, come proprio giovedi’ e’ accaduto nella discussione sul documento sulla crescita economica elaborato insieme ad Anci e Upi.

Sul tema dello sviluppo, Armao ha riaffermato l’importanza che avra’ il credito d’imposta, riconfermando che il 3 novembre, alle ore 10, e’ fissato il click day, cosi’ come previsto dalla legge.

“A questa misura di credito – ha aggiunto – se ne affianca un’altra, specificamente rivolta alle donne e ai giovani, grazie all’intesa raggiunta in questi giorni col Ministero dell’Economia

sullo schema di decreto di attuazione della legge regionale 11/2011 ‘Incentivi per favorire nuova imprenditorialita””.

La legge stabilisce, infatti, che i giovani, compresi tra 18 e 40 anni, e le donne che daranno vita ad una iniziativa imprenditoriale sono esenti dall’imposta regionale sulle attivita’ produttive (Irap) per cinque anni a partire da quello in cui si avvia l’attivita’. Tali sgravi si applicano anche alle cooperative giovanili che gestiscono aziende ed immobili confiscati alla mafia.

“L’impegno del Governo – ha specificato – non si ferma a questi provvedimenti; ad essi intende accompagnare il rafforzamento dei consorzi fidi, l’istituzione di ingenti fondi di garanzia per gli investimenti che favoriscano l’accesso al credito, lo smobilizzo dei crediti che le imprese hanno verso le pubbliche amministrazioni, i regimi di attrazione fiscale per le imprese, tutte norme gia’ inserite nel testo del ddl della finanziaria”.

“Questa- ha spiegato Armao – e’ la strada da percorrere con speditezza per reagire alla crisi economica. Questo e’ il senso di ogni ruolo pubblico politico, rappresentativo delle imprese o dei lavoratori in un tempo di grande difficolta’ che dobbiamo affrontare e superare riscoprendo le ragioni piu’ profonde dell’impegno civile e dell’autonomia” A conclusione dell’incontro, l’assessore Armao ha chiesto a tutti i presenti di giungere ai prossimi incontri che man mano saranno calendarizzati con una formulazione scritta di osservazioni cosi’ da mettere in grado il Governo di intervenire per tempo sul testo.

“Siamo la prima Regione italiana che ha gia’ provveduto ad approvare in Giunta Bilancio e Legge finanziaria. Speriamo che questo sforzo sia ora accompagnato con una rapida ed efficace discussione in Ars in grado di dare alla economia siciliana le giuste risposte alle attese che vive”.