Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Filarmonica Laudamo, concerto di Michele Campanella con l’Orchestra del Conservatorio Arcangelo Corelli

MESSINA. Imperdibile appuntamento musicale domenica 24 febbraio al PalaCultura Antonello da Messina. Alle 18, nell’ambito della 98ª Stagione Concertistica della Filarmonica Laudamo, concerto di Michele Campanella con l’Orchestra del Conservatorio Arcangelo Corelli diretta da Bruno Cinquegrani.  In programma musiche di Liszt, Brahms, Dvorâk. Il concerto è il frutto di una sinergia tra la Filarmonica Laudamo onlus e il Conservatorio Corelli di Messina.

Michele Campanella

MICHELE CAMPANELLA. Formatosi alla scuola di Vincenzo Vitale ha cominciato la sua carriera come pianista virtuoso per poi allargare i suoi orizzonti alla direzione d’orchestra e alla saggistica, sino a essere oggi punto di riferimento della musica in Italia.
La Società “Franz Liszt” di Budapest gli ha conferito il Gran Prix du Disque nel 1976, 1977 e nel 1998, Nel 1986 il Ministero della Cultura ungherese gli ha conferito la medaglia ai “meriti lisztiani”, così come l’American Liszt Society nel 2002.

Artista assai versatile, Campanella si è avvicinato ad autori quali Clementi, Weber, Poulenc, Busoni (Premio della Critica Discografica Italiana nel 1980 per le incisioni con la Fonit Cetra), Rossini, Brahms, Ravel e Liszt.

Ha suonato con le principali orchestre europee e statunitensi, collaborando con i più grandi direttori fra cui Claudio Abbado, Zubin Mehta, Riccardo Muti, Georges Prêtre, Esa-Pekka Salonen,

Frequentemente invitato in paesi quali Australia, Russia, Gran Bretagna, Cina, Argentina è stato ospite dei festival internazionali di Lucerna, Vienna, Praga, Berlino e Pesaro (Rossini Opera Festival).  Negli anni ’90 è stato al fianco di Salvatore Accardo e Rocco Filippini, quali partner ideali per affrontare i capolavori della musica da camera.

Negli anni recenti si è molto sviluppata l’attività di Michele Campanella in veste di direttore-solista con le più prestigiose orchestre italiane.

Titolare della cattedra di pianoforte all’Accademia Chigiana di Siena dal 1986 al 2010, è membro dell’ Accademia di Santa Cecilia dal 1983, dell’Accademia Filarmonica Romana, dell’Accademia Cherubini di Firenze, e da cinque stagioni è direttore artistico del Maggio della Musica di Napoli. Dal 2008 è Presidente della Società Liszt, chapter italiano dell’American Liszt Society.

Nell’aprile 2018 gli è stata conferita la Laurea Honoris Causa in Discipline della Musica e dello Spettacolo per meriti culturali e artistici dalla Università degli Studi di Napoli “Federico II”.

Bruno Cinquegrani

BRUNO CINQUEGRANI. Ha studiato pianoforte e composizione a Napoli e direzione d’orchestra a Mannheim, perfezionandosi negli USA. Già direttore associato della Los Angeles Opera e dell’Orchestra Sinfonica della Crimea, collabora con l’Orchestra Nazionale della Polonia, i Belgrade Philharmonic e l’Orchestra Nazionale Ucraina. Ha esordito operisticamente al San Carlo di Napoli e ha diretto produzioni liriche a Londra, Parigi, Helsinki, Seattle, Aspen, Tokyo, Bologna, Bergamo, Palermo, Sassari. Ha collaborato con solisti come Placido Domingo, Thomas Allen, Mariella Devia, Ruggero Raimondi, e registi come Woody Allen. Ha collaborato con i direttori Renato Palumbo, Maurizio Benini, Muhai Tang e con David Parry al Garsington Festival. Dal 2007 collabora con James Conlon. Nel 2012 è stato invitato dal Domingo-Thornton Young Artist Program all’Opera di Los Angeles per tenere seminari sull’interpretazione del repertorio italiano. Ha inciso in CD e DVD il Marin Faliero di Donizetti.

 

ORCHESTRA SINFONICA DEL CONSERVATORIO CORELLI. Costituita da docenti, allievi e tirocinanti del Conservatorio, ha moltiplicato nel tempo le esibizioni, il repertorio e la ricerca. Fra i tanti concerti – dal Festival del Cinema di Taormina alla Notte della Musica – che hanno visto protagonista la formazione orchestrale del Conservatorio messinese, questa è stata diretta da Ennio Morricone al Teatro Antico di Taormina, in occasione di un omaggio al regista Giuseppe Tornatore. L’Orchestra ha collaborato inoltre con alcuni fra i protagonisti della musica del nostro tempo, come Franco Mezzena, Stefan Milenkovich e Calogero Palermo.

Prossimi concerti della Filarmonica Laudamo:

Sala Laudamo, Teatro V.E.

Giovedì 28 febbraio 2019, ore 19

accordiacorde VI edizione,

in collaborazione con E.A.R. Teatro di Messina

PANNONICA JAZZ WORKSHOP

in `«Bernstein>Broadway>Jazz»

 Musiche di Leonard Bernstein tratte da “On The Town” e “West Side Story, 

special guests:  Helene Zindarsian, Giancarlo Mazzù 

Antonino Cicero fagotto, Giuseppe Corpina clarinetto 

Giovanni Randazzo sax tenore & soprano,  Maria Merlino sax alto & baritono,   

Luciano Troja pianoforte, Erika La Fauci pianoforte,

Deborah Ferraro arpa, Sergio Silipigni chitarra, Nuccio Perrotta contrabbasso,

Domenico Mazza basso elettrico,

Filippo Bonaccorso batteria, Federico Saccà, batteria,

e Helene Zindarsian voce, Giancarlo Mazzù chitarra.

Direzione musicale e arrangiamenti Luciano Troja

Coordinamento Filippo Bonaccorso & Luciano Troja

 

Palazzo della Cultura «Antonello da Messina»

Domenica 3 marzo 2019 ore 18 

HELENE ZINDARSIAN soprano

STEFANIA LA MANNA pianoforte 

«Journey of a Rose ~Tales from the Garden and Beyond»

Musiche di Grieg, Faurè, Gustavino, Dounady, Chausson,

Spendiarian, Zindars, Gershwin.