Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Ex Ferrotel, appuntamento al 27 febbraio con Moretti

L'assessore Nino Bartolotta ed il segretario PD Peppe Grioli con gli ex Ferrotel

Per la vertenza ex Ferrotel appuntamento al 27 febbraio con l’amministratore delegato del gruppo FS Moretti. L’assessore regionale ai Trasporti Nino Bartolotta, che questa mattina ha incontrato i 20 lavoratori durante il blocco che ha paralizzato per tre ore la stazione centrale, ha invece fissato un incontro con loro e con i sindacalisti dell’Orsa per l’1 marzo.

La situaizone è tornata alla normalità solo dopo le 13 quando i lavoratori ex Ferrotel, la foresteria destinata al personale viaggiante delle FS, hanno avuto garanzie precise sull’impegno della Regione per risolvere anche la loro vertenza. Sul posto anche il segretario cittadino del PD Peppe Grioli.

Duro il commento del segretario generale di Orsa Sicilia Mariano Massaro e del responsabile Orsa Trasporti Messina Michele Barresi. “Una vertenza che si trascina da troppo tempo -commentano. E’ il momento di pretendere che il Gruppo FS dia risposte alla città, a cominciare dal recupero dei tanti posti di lavoro persi per la dismissione posta in atto nel silenzio colpevole delle precedenti amministrazioni regionali e cittadine”.

Quello di questa mattina è stato l’ennesimo blocco nato dalla disperazione di

lavoratori senza reddito dall’1 gennaio di quest’anno. Oggi sono stati i 20 ex Ferrotel a protestare, ma questa vertenza, esattamente come quella degli ex Servirail è figlia del disimpegno messo in atto dalle Ferrovie dello Stato in Sicilia e nell’area dello Stretto negli ultimi 20 anni.

“La vertenza occupazionale dei 20 ex Ferrotel è stata per troppo tempo sottovalutata e dimenticata dalla precedente amministrazione Regionale siciliana -puntualizzano Massaro e Barresi- disattendendo gli impegni presi con sindacato e lavoratori e permettendo al Gruppo FS di perseverare indisturbato nell’opera di smantellamento del nodo ferroviario messinese e siciliano.

Al nuovo Governo regionale, che da subito si è concretamente interessato al problema occupazionale di questi lavoratori abbiamo consegnato una proposta per la ricollocazione degli ex Ferrotel sulla falsa riga di quella attuata per gli ex Servirai, ricevendo la garanzia dall’assessore Nino Bartolotta che la stessa diverrà oggi stesso un documento esitato dalla Giunta regionale ed indirizzato al Gruppo FS.

Reputiamo che il momento sia propizio e che, nelle more della discussione in atto riguardo il CIS e il Contratto di Servizio, ci siano le condizioni perché la Regione inchiodi concretamente le Ferrovie dello Stato alle proprie responsabilità, stipulando un protocollo d’intesa tra le parti per tutelare il nodo ferroviario messinese, le realtà produttive cittadine come l’Officina Grandi Riparazioni e far ripartire quelle attività dismesse nel territorio che consentirebbero di recuperare occupazione anche nell’indotto, a cominciare appunto dai 20 ex Ferrotel”.