Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Ex caserma di Bisconte, i consiglieri Gioveni e Cacciotto: “Da hot spot a centro polifunzionale”

MESSINA. Da hot spot a centro polifunzionale. Questa la proposta al sindaco Cateno De Luca dei consiglieri Alessandro Cacciotto della III Municipalità e Libero Gioveni del Consiglio comunale per l’ex caserma militare di Bisconte. “Da diversi anni – dichiarano Cacciotto e Gioveni – l’ex caserma militare di Bisconte viene utilizzata come hot spot e centro di accoglienza migranti. Pur ritenendo doverosa l’accoglienza e l’integrazione che vanno garantite in osservanza della legge, noi pensiamo a un diverso utilizzo della struttura. Premessa dunque la necessità di individuare un altro luogo che funga come centro di accoglienza, alla scadenza del bando di affidamento dei servizi di gestione presso l’ex caserma Gasparro, la ex struttura militare di Bisconte potrebbe essere riconvertita e restituita al villaggio e alla città di Messina”. Secondo i consiglieri, in sintesi, all’interno si potrebbe creare un centro polifunzionale con strutture sportive, biblioteche, centri culturali, ricreativi, parco giochi, un cinema. “Senza dimenticare – continuano Gioveni e Cacciotto – che con i lavori di copertura del torrente e con una visione completamente diversa della ex caserma, il Villaggio di Bisconte assumerebbe un volto completamente differente. Bisconte, ma anche la vicina Catarratti, sono assolutamente carenti di spazi ludici per bambini, costretti a giocare nei pochi metri di una piazzetta. Lo stesso vale per gli anziani che non hanno luoghi di incontro”.

con