Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Evade dai domiciliari, arrestato dai carabinieri di Giampilieri

Arrestato dai carabinieri della Stazione di Giampilieri un 50enne evaso dagli arresti domiciliari.A finire in manette Luciano Daidone (nato e residente in Messina, classe 1962), già noto alle Forze dell’Ordine.

Daidone era agli arresti domiciliari da giugno per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso. La notte scorsa, intorno all’una e trenta, durante un controllo presso la sua abitazione, i carabinieri lo hanno sorpreso fuori dalla stessa, in palese violazione delle prescrizioni imposte dalla misura cui era stato condannato due mesi fa.

Dopo l’arresto con l’accusa di evasione, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente immediatamente informata dai Carabinieri, Daidone è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Messina Gazzi, in attesa del rito direttissimo.

Ieri mattina invece, i militari dell’Arma della Stazione di Tremestieri hanno eseguito un provvedimento custodiale emesso dalla Corte d’Appello della Sezione Minorenni del Tribunale di Catania nei confronti di un 19enne accusato di essersi allontanato senza permesso da una comunità cittadina.

A finire in manette Andrea Antonino Rubino, nato e residente in Catania, classe 1994, già noto alle Forze dell’Ordine. Il ragazzo, ospite di una comunità di Messina da giugno per furto, il 28 luglio scorso si è allontanato dalla struttura per andare presso l’Istituto per i Minorenni di Acireale.

La Corte d’Appello di Catania, informata dei fatti dai carabinieri, ha emesso un provvedimento di aggravamento della precedente misura di collocamento in comunità, sostituendola con la custodia cautelare in carcere.