Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Ente Teatro, dai sindacati no al tavolo tecnico. Chiedono le dimissioni del Cda

Dopo due incontri con i vertici dell’Ente Teatro andati a vuoti, i sindacati ribadiscono ancora una volta il proprio no al tavolo tecnico proposto dal Consiglio di Amministrazione per risolvere i problemi ultradecennali della struttura.

“Sono trascorsi tre anni dall’insediamento del Cda -spiegano i segretari generali dell’SLC Cgil Pippo Di Guardo, di UilCom Antonio Di Guardo, della Fials Cisal Carmelo Tavilla e del Sadirs Osvaldo Smiroldo- e solo oggi si ritiene utile ed urgente intervenire perché costretti ad intraprendere percorsi unitari che di fatto mascherano oggettive carenze gestionali.

Quale credibilità può avere la proposta che pretende di affrontare e risolvere tutte le problematiche afferenti il teatro

ed i lavoratori, quando per tre anni si è stati solo capaci di portare il Vittorio Emanuele alla triste realtà in cui versa? Appare evidente che l’unica cosa che la dirigenza ed il CdA desiderano condurre in porto ad ogni costo è arrivare alla scadenza naturale del mandato”.

Per Cgil, uil, Fials e Sadirs la sola strada percorribile è quella delle dimissioni dell’intero Consiglio di Amministrazione. “E’ l’unico atto che potremmo condividere ed accettare -dichiarano i dirigenti sindacali. Solo così inizierebbe subito l’azione di ricostruzione necessaria ai lavoratori, alla città ed alla cultura e tutti ne trarremmo utili benefici. L’occupazione andrà avanti ad oltranza, mentre continuiamo ad aspettare segnali concreti dalla Regione e dal presidente Crocetta”.

Intanto domani inizierà la campagna abbonamenti della stagione musicale. In cartellone 4 spettacoli nuovi ed uno recuperato dalla stagione passata.