Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Ente Teatro, ancora una richiesta di commissariamento

I dirigenti sindacali durante l'ultima conferenza stampa

Un Consiglio di Amministrazione con due soli componenti e un presidente. Ce n’è abbastanza perché SLC Cgil, UILCOM Uil, FIALS Cisal e Sadirs chiedano il commissariamento dell’Ente Teatro di Messina.

Dopo le dimissioni di Carmelina David, membro in quota regionale, in una nota inviata stamane al presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta, all’assessore regionale allo Spettacolo Michela Stancheris, al presidente della V Commissione Parlamentare ARS Marcello Greco ed ai suoi componenti, i segretari generali di SLC Cgil, UILCOM Uil, FIALS Cisal e Sadirs Pippo Di Guardo, Antonio Di Guardo, Carmelo Tavilla e Osvaldo Smiroldo ribadiscano ancora una volta la necessità di commissariare l’ente.

“Oltre alle motivazioni ed alle riserve -spiegano i sindacati nella lettera- che in diverse occasioni abbiamo espresso rispetto alla conduzione dell’Ente da parte dell’attuale dirigenza (Presidente, Sovrintendente e C.d.A.), siamo certi che converrete che non vi sono più le condizioni affinché i restanti componenti possano governare e deliberare nell’interesse dell’Ente”.

I dirigenti sindacali sottolineano come per il Teatro Vittorio Emanuele sia necessario un gruppo dirigente che tenga salde le redini dell’Ente. da qui la richiesta che “della non più procrastinabile attivazione delle procedure necessarie al commissariamento dell’E.A.R. Teatro di Messina, affinché si possa proseguire, seppur nelle difficoltà ampiamente conosciute, con quel minimo di attività che possa garantire sufficiente elargizione culturale alla città di Messina”.

Nella lettera si glissa anche sulla distrazione del presidente Crocetta in merito agli impegni assunti con i sindacati ed i lavoratori sia in pubblico che in privato, anche se la nota si conclude con chiare allusioni: “Fiduciosi in un positivo accoglimento della richiesta e certi di una particolare sensibilità ed attenzione all’argomento da parte delle SS.LL. , peraltro già espressa in passato e non ancora attuata, anche nei confronti delle maestranze del Vittorio, si rimane in attesa di cortese riscontro”.

Quelle di Carmelina David sono le ultime dimissioni in ordine di arrivo. Il primo a gettare la spugna il 31 agosto scorso è stato  Francesco Rizzo. Poi, il 2 aprile di quest’anno, sono arrivate quelle del vice presidente Daniela Faranda. A resistere restano ormai, oltre al presidente Luciano Ordile, i consiglieri Carmelo Ietto e Gustavo Ricevuto.

La palla passa adesso alla Regione. La scommessa, è se Crocetta manterrà fede alle promesse fatte da settembre dell’anno scorso e commissarierà l’Ente Teatro prima della scadenza del mandato, prevista tra alcuni mesi.