Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Emergenza migranti in Sicilia, mercoledì a Roma incontro tecnico-operativo fra Conte e Musumeci

SICILIA. Un incontro tecnico operativo a Palazzo Chigi sull’emergenza migranti in Sicilia. Lo comunica il presidente della Regione Nello Musumeci. “L’emergenza migranti in Sicilia sarà al centro di un incontro fissato per mercoledì a Roma, a Palazzo Chigi, con il premier Giuseppe Conte – dichiara Musumeci. Me lo ha comunicato poco fa telefonicamente lo stesso presidente del Consiglio. È stato quindi accolto l’ennesimo invito che ho rivolto ieri al premier per un confronto. Al Governo centrale porteremo le ragioni che hanno animato e continuano ad animare il nostro impegno, per dare finalmente una priorità a questa infinita emergenza sanitaria e umanitaria che si consuma in Sicilia dopo un decennio di silenzi e omissioni di Roma e Bruxelles“. Da settimane l’emergenza migranti scuote l’intera Sicilia e soprattutto Lampedusa. Proprio nelle utime ore un barcone con circa 370 migranti era stato soccorso a 4 miglia da Lampedusa: rischiava di capovolgersi per il forte Scirocco. A intervenire Guardia di Finanza e Guardia Costiera, che avevano evitato la tragedia. Nell’isola inoltre, nell’arco delle precedenti 24 ore, erano arrivati altri 500 migranti facendo scattare così l’ennesima emergenza. Il sindaco Lampedusa Totò Martello aveva detto che se il Governo non fosse intervenuto l’Amministrazione comunale avrebbe dichiarato lo sciopero dell’intera isola chiudendo tutto. Una situazione ormai insostenibile mentre il Ministero dell’Interno rispondeva che il Viminale “segue con estrema attenzione la grave situazione legata allo sbarco di circa 400 migranti la scorsa notte a Lampedusa” aggiungendo che “nei giorni scorsi il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il ministro Luciana Lamorgese hanno deciso di ricorrere all’utilizzo di ulteriori tre navi, in aggiunta alle due già operanti, per la sorveglianza sanitaria dei migranti irregolari in arrivo”. Ora si attende l’esito dell’incontro di mercoledì.