Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Emergenza coronavirus, il Comune di Merì dona 2.500 mascherine al Barone Romeo di Patti

MESSINA. Una donazione di 2500 mascherine chirurgiche è stata offerta dal Comune di Merì all’ospedale Barone Romeo di Patti. Il sindaco Roberto Bonansinga, in collaborazione con il personale
volontario della Protezione Civile, ha assegnato al nosocomio parte della fornitura di
mascherine chirurgiche donata dal Governo di Sinepark in Cina. “E’ stato un segno di solidarietà vera
la donazione di mascherine chirurgiche al Presidio Ospedaliero di Patti – ha dichiarato Ferdinando
D’Amico, Direttore della Unità Operativa di Geriatria – in un momento in cui i dispositivi di protezione
individuale sono fondamentali per arginare la diffusione della pandemia.

 

Siamo grati al sindaco e alla comunità di Merì per essere stati interpreti di bisogni assoluti, sono grato all’infermiere Giuseppe Presti che ha saputo essere tramite generoso di questa donazione, ma soprattutto siamo grati alla comunità cinese e a Emma Wang responsabile della Cultura di Shangai, che hanno ricambiato la stessa solidarietà avuta dal Comune di Merì nei momenti di grande epidemia in Cina, con la fornitura diquantità notevole di mascherine chirurgiche. Questo gesto solidale fa comprendere come il confine
tra i popoli non esiste e non deve esistere quando a essere difesa è la vita della popolazione a fronte di
un nemico comune invisibile”.

 

“Una parte della mascherine chirurgiche – continua Ferdinando D’Amico in quanto Coordinatore della Rete Geriatrica – sarà destinata anche alle RSA di Patti e di Sant’Angelo di Brolo, luoghi di cura e di riabilitazione per pazienti anziani che dobbiamo difendere nel loro diritto di salute. Purtroppo, è confermato ogni giorno che il paziente anziano è ancora più fragile nei luoghi di comunità dove l’epidemia arriva in silenzio e si muore in solitudine. Essere protagonisti della cura del paziente anziano significa anche sapere governare e fare governare le scelte più appropriate nelle azioni e più sostenibili nell’assistenza”.

Le mascherine inviate dalla Cina al Comune di Merì