Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Emergenza coronavirus, dalla Regione Sicilia altri 400 posti letti di degenza per il Messinese

MESSINA. Dopo l’aumento dei contagi di coronavirus e sulla base delle stime del ministero della Salute sul prossimo ulteriore aumento dei ricoveri ospedalieri previsto per la prima decade di novembre, la programmazione dell’assessorato Regionale alla Salute ha previsto per l’Area Metropolitana di Messina 400 posti letto di degenza destinati ai ricoveri per malati di COVID-19. I posti letto saranno collocati soprattutto negli ospedali sede di reparti di Malattie Infettive: oltre 100 a regime sono previsti al Policlinico di Messina, più di 60 per l’ospedale Papardo e per il Cutroni Zodda di Barcellona Pozzo di Gotto. Gli altri posti letto saranno attivati in strutture private accreditate con il Sistema Sanitario Regionale.

Oggi sono state attivate le procedure organizzative per trasferire, come già a marzo scorso, alcune divisioni ospedaliere dal Cutroni Zodda al Fogliani di Milazzo, distante pochi chilometri, per tutelare l’assistenza sanitaria ordinaria al comprensorio barcellonese e ridurre al minimo i disagi agli utenti. Il completamento delle operazioni di trasferimento è previsto tra il 28 e il 29 ottobre. I chirurghi del nosocomio barcellonese resteranno all’interno del Covid Hospital per garantire la chirurgia d’urgenza per pazienti affetti da coronavirus. Al Cutroni Zodda, intanto, sono stati completati i lavori per 10 posti di terapia semintensiva ed è stato affidato l’incarico di progettazione per 10 posti di terapia intensiva, da realizzarsi in 3 mesi, il cui progetto esecutivo sarà consegnato all’ASP di Messina entro la fine di ottobre.