Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Emergenza coronavirus, Conte: “Da domani tutta l’Italia un’unica zona rossa”

ROMA. “È il momento della responsabilità, ognuno deve fare la propria parte. L’Italia diventa un’unica zona rossa“. Ad annunciarlo al Paese è il presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, che poco dopo le 21.30 ha parlato a reti unificate. Vietati gli spostamenti, gli assembramenti all’aperto e nei locali pubblici, lo sport si ferma. Sono alcune delle misure contenute nel DPCM  che il presidente del Consiglio dei Ministri sta per firmare e che entrerà in vigore da domani mattina. Evidentemente, il fuggi-fuggi della chiusura della Lombardia, determinato dall’annuncio fatto prima che il decreto entrasse in vigore, non ha insegnato nulla al Governo 5 Stelle-PD, che ancora una volta ha dimostrato la propria assoluta incapacità nel gestire questa emergenza. Un esempio per tutti? L’autocertificazione con la quale si attestano i motivi degli spostamenti, che ovviamente favorirà i tanti furbetti di professione. Scuole chiuse fino al 3 aprile in tutto il Paese. E quanti pensavano che questa sera il presidente Conte annunciasse le dimissioni di uno dei peggiori governi della storia della Repubblica per il momento dovranno aspettare.

Giuseppe Conte, presidente del Consiglio dei MInistri

Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.