Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Emergenza abitativa, Carreri: denunciare chi ha dichiarato il falso

da sin. Daniela Bucalo, Giusy D'Arrigo e Antonina Brunetto (foto Dino Sturiale)

“Le oltre 900 domande presentate all’assessorato al Risanamento da famiglie in stato di disagio non saranno prese in considerazione poiché a fronte di una disponibilità di alloggi pari a zero, tale graduatoria costituirebbe una vera presa in giro nei confronti della città”.

A dichiararlo nel marzo del 2012 l’allora assessore al Risanamento del Comune di Messina Roberto Sparso. A ricordarlo oggi, quando lo scandalo delle graduatorie false è tornato alla ribalta grazie alla denuncia di tre famiglie che le carte in regola per ottenere un alloggio dal Comune e che da giovedì occupano Palazzo Zanca, è il consigliere comunale Nino Carreri, esponente dei Democratici Riformisti.

“In quell’occasione -rammenta Carreri- avevo pubblicamente ringraziato l’assessore Roberto Sparso per il grande coraggio e la grande onestà intellettuale che aveva avuto nel dichiarare che, in fondo, quella che passava come una nuova graduatoria si stava trasformando nell’ennesimo bluff in un settore che è sempre stato un vero e proprio campo minato.

E pensare che all’epoca c’era pure chi sosteneva la necessità di verificare quella graduatoria con urgenza! Oggi, alla luce delle dichiarazioni dell’assessore al Risanamento Sergio De Cola, si comprende il perché di tale urgenza: si doveva fare in fretta per evitare di soffermarsi troppo su quelle istanze che, come appunto dichiara il nuovo amministratore, sono in percentuale altissima palesemente false”.

Secondo Carreri, la sola cosa da fare è denunciare chi ha presentato le autocertificazioni che non corrispondono al vero. Oltre, ovviamente, a chiedere “agli oltre novecento istanti, chi ha compilato quelle domande in campagna elettorale promettendo case. Sparso svelò con un coraggio da leone i retroscena di un meccanismo, quello dell’emergenza abitativa, che se non sarà messo a regime continuerà a produrre solo illusioni”.

All’amministrazione guidata da Renato Accorinti, Carreri chiede di portare avanti un piano contro le occupazioni abusive e le speculazioni clientelari. “Su questo tema -promette l’esponente DR- non faremo mancare il nostro appoggio nelle sedi di competenza”.