Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

È nata una star?

È nata una star?

 Paese: Italia

Genere: Commedia

Durata: 90 minuti

Regia: Lucio Pellegrini

Lucio Pellegrini torna a lavorare con Luciana Littizzetto in questa commedia che vede, fra gli altri, Pietro Castellitto e Rocco Papaleo. 

Una madre scopre, complice un dvd con un biglietto anonimo, che il figlio fa l’attore nei film porno. La notizia è sconvolgente, tanto più che il successo del figlio, perché di successo si parla, non sta tanto nelle doti attoriali del ragazzo quanto in quelle…fisiche. Il problema di come dirlo al marito, nonché padre del ragazzo e di come affrontare la cosa con il figlio, si presenta in tutta la sua interezza alla povera donna. Ma è così che la famiglia dovrà vivere la cosa? Come un problema? Oppure c’è un altro modo per viverla? 

Difficile dire cosa non

va in questa pellicola, quindi per eliminare il problema diremo cosa invece funziona, risparmiando in questo modo un sacco di spazio sul foglio: la Littizzetto e Papaleo sono divertenti come sempre e regalano allo spettatore un sacco di comicità. 

Tutto il resto è da dimenticare, dall’idea (un mix di luoghi comuni perbenisti), alla storia (banale), alla prestazione di Castellitto junior (patetica), alla caduta di livello degli stessi Papaleo e soprattutto Littizzetto, che sebbene siano brillanti come al solito, calano parecchio di tono nei momenti drammatici. Se a tutto ciò si somma un finale scadente e incompleto, si ha un quadro abbastanza chiaro del perché sarebbe meglio puntare su un altro film, sforzandosi di non perdere del tutto le speranze sul futuro del cinema italiano e buttarsi sul primo blockbuster a stelle e strisce. Consigliato a Sergio Castellitto, insieme ad una buona scuola di recitazione per il figlio.

Paolo Failla

Sano di mente nonostante un'infanzia con classici Disney e cartoni animati giapponesi, il battesimo del fuoco arriva con i film di Bud Spencer e Terence Hill, le cui opere sono tutt'ora alla base della sua visione sull'ordine del cosmo. Durante l'adolescenza conosce le opere di Coppola, i due Scott, Scorsese, Cameron, Zemeckis, De Palma, Fellini, Monicelli, Avati, Steno e altri ancora. Su tutti Lucas e Spielberg . Si vocifera che sia in grado di parlare di qualsiasi argomento esprimendosi solo con citazioni varie. Ha conosciuto le vie della Forza con una maratona di Star Wars di oltre 13 ore.