Dottorati di ricerca Università Catania, 94 nuove borse di studio con fondi PON Ricerca e Innovazione

CATANIA. L’Università di Catania ha pubblicato il nuovo bando di concorso per l’accesso ai corsi di dottorato di ricerca con 94 nuove borse di studio finanziate con fondi PON Ricerca e Innovazione. Il MIUR, infatti, grazie a nuove risorse per percorsi di dottorato di ricerca attivi e accreditati nell’ambito del XXXVII ciclo e per programmi di dottorato nazionale – oltre 50 milioni di euro per tematiche dell’innovazione e 180 milioni di euro per tematiche green –, ha assegnato all’Università di Catania fondi per 94 borse aggiuntive. In particolar modo per 48 borse per dottorati sui temi dell’innovazione, delle tecnologie abilitanti e del più ampio tema del digitale e altre 46 su tematiche green (conservazione dell’ecosistema, biodiversità, riduzione degli impatti del cambiamento climatico e promozione di uno sviluppo sostenibile). Queste nuove borse si aggiungono alle 137 – finanziate con fondi d’Ateneo, aziende (TIM, ST-Microelectroncics, Amiens), fondi di altri atenei italiani o stranieri o di altri enti partner (Infn, Imm-Cnr, Inaf, Ingv, Inps) – già bandite dall’ateneo catanese nel luglio scorso. Possono partecipare al nuovo bando tutti i laureati di vecchio ordinamento, di nuovo ordinamento in possesso di laurea magistrale (o specialistica) o in possesso di un titolo accademico conseguito all’estero e riconosciuto idoneo. Possono partecipare “con riserva” anche gli studenti iscritti all’ultimo anno di un corso di laurea magistrale, purché conseguano il titolo entro il 31

ottobre e producano la documentazione entro il 5 novembre 2021. Le domande di partecipazione alle selezioni vanno presentate online entro venerdì 15 ottobre accedendo al Portale Studenti Smart Edu. Le borse aggiuntive riguardano 18 corsi di dottorato d’Ateneo, con accesso per titoli e prova orale: Agricultural, Food, and Environmental Science (settore Agraria 4 borse innovazione, 4 borse green); Basic and Applied Biomedical Sciences (settore Medicina e Chirurgia 4+2); Biomedicina traslazionale (settore Medicina e Chirurgia 2+1); Biotecnologie (settore interdisciplinare 3+2); Fisica (settore Scienze matematiche, fisiche, naturali; borse innovazione 3+3); Giurisprudenza (settore Giurisprudenza 1+3); Informatica (settore Scienze matematiche, fisiche, naturali 5+5); Ingegneria dei sistemi, energetica, informatica e delle telecomunicazioni (settore Ingegneria industriale e dell’Informazione 5+5); Neuroscienze (settore Medicina e Chirurgia, 2 borse innovazione); Processi formativi, modelli teorico-trasformativi e metodi di ricerca applicati al territorio (settore Scienze della Formazione 1 borsa innovazione e 1 green); Scienza dei materiali e Nanotecnologie (settore Scienze matematiche, fisiche, naturali 4+4); Scienze chimiche (settore Scienze matematiche, fisiche, naturali 3+3); Scienze della Terra e dell’ambiente (settore Scienze matematiche, fisiche, naturali 1+3); Scienze dell’Interpretazione (settore Lettere e Lingue 2+1); Scienze per il patrimonio e per la produzione culturale (settore Lettere e Lingue 1+2); Scienze politiche (settore Scienze politiche 1+1); Sistemi complessi per le Scienze fisiche, socio-economiche e della vita (settore interdisciplinare 3+2); Valutazione e mitigazione dei rischi urbani e territoriali (settore Ingegneria e Architettura 3+4).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *