Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Dopo 8anni Messina e Reggina di nuovo in campo insieme

Foto Paolo Furrer

Torna il derby dello Stretto a Messina: un’attesa lunga otto anni.Era il 20 settembre 2006, quando Riganò con una magia si bevve tutta la difesa della Reggina, per poi piazzare il gol del 2-0. Fu l’ultima volta che il derby dello Stretto si giocò a Messina, per le note vicende accadute ai peloritani. Da allora i tifosi giallorossi hanno dovuto passare di tutto: società di dubbia serietà, campi in terra battuta, fallimenti dietro l’angolo. Domani, 25 gennaio 2015, torneranno ad assaporare quello che per molti è la partita più sentita, il derby dello Stretto contro la Reggina.

Negli anni 80 sono indimenticabili i derby vinti dai giallorossi grazie alle prodezze di Beppe Catalano prima e Totò Schillaci poi, anche se quel decennio si concluse con una vittoria amaranto, targata Fulvio Simonini.

Negli anni 90 soltanto per due volte il derby è andato di scena al Celeste: nel primo, il 30 settembre 1990, Cambiaghi e Protti regalarono la vittoria ai peloritani nel campionato di Serie B, mentre nel 1993, in C1, finì 0-0.
Nel nuovo millennio Messina e Reggina si sono affrontate per nove volte in campionato: quattro volte in Sicilia, cinque in Calabria (considerando anche la partita di andata).

Restando alle sole partite giocate a Messina, i peloritani possono contare tre vittorie, con un pareggio amaranto e nessuna sconfitta.
La prima vittoria risale alla stagione 2001-2002, con Godeas protagonista ed autore della rete vincente grazie all’assist di Iannuzzi dopo la grande galoppata di Portanova sulla fascia.

Poi tre derby di Serie A: il primo, il 31 ottobre 2004, finì 2-1 per il Messina, che dopo l’iniziale vantaggio reggino con Bonazzoli, è stato capace di rimontare grazie alle reti di Di Napoli e Zampagna.
Proprio questi ultimi due confezionano il gol del momentaneo 1-0 del dicembre 2005, con Re Artù in gol dopo l’assist del compagno di reparto. Ma Ciccio Cozza, sul finale di gara, regalerà il pareggio agli amaranto.

L’ultima partita, già raccontata in precedenza, è quella del 20 settembre 2006: Christian Riganò, con una doppietta, mette la firma sulla vittoria pelortiana al San Filippo.

Dopo un po’ di storia, torniamo al presente: entrambe le squadre hanno bisogno di vincere, ed i peloritani sono ancora scottati dal pareggio finale del portiere della Lupa Roma, mentre la Reggina viene dal pareggio casalingo contro la Paganese, avvenuto nel recupero.
Il Messina non vince dalla gara interna con il Savoia del 6 gennaio, mentre la Reggina ha raccolto 5 punti nelle ultime tre partite, grazie alla vittoria interna con il Martina ed ai successivi pareggi contro Casertana e Paganese.

Il Messina ha operato molto in uscita sul fronte mercato, poco in entrata, e la formazione non sembra essere in discussione. Più scelta per la Reggina, con i senatori ritornati per poter raggiungere la salvezza.
I cancelli del San Filippo saranno aperti alle 11.30, con calcio d’inizio alle 14.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.