Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Dissesto, la Corte dei Conti: “Entro un mese il piano di rientro”

Il commissario straordinario Luigi Croce

Trenta giorni di tempo per presentare un piano di rientro. E’ l’ultimatum che la Corte dei Conti di Palermo ha dato al commissario straordinario Luigi Croce durante l’udienza di venerdì scorso. Senza il piano si va dritti, dritti al dissesto.

“Lacrime e sangue dalla città, altrimenti ce ne andiamo a fondo tutti, anche perché trovare misure correttive è difficile” ha dichiarato poco fa

Croce in conferenza stampa.

Il buco è di 240 milioni, ma dall’interno di Palazzo Zanca si sussurra che siano più di 300. Da presentare immediatamente anche il Bilancio Preventivo del 2012 (ancora da approvare, com’è nelle migliori tradizioni del Comune di Messina) che per passare dovrà essere tagliato di almeno 20 milioni.

Prima della conferenza stampa con i giornalisti, Croce ha incontrato di nuovo i tre segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Lillo Oceano, Tonino Genovese e Costantino Amato, durante il quale ha fatto il punto della situazione finanziaria comunale, anche alla luce dell’esito dell’incontro avuto venerdì scorso con la Corte dei Conti.