Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Dissesto, il vice sindaco Signorino vola a Roma

Il vice sindaco Guido Signorino

Oggi pomeriggio il vicesindaco Guido Signorino, assessore con delega al Bilancio e allo Sviluppo economico, incontrerà a Roma Gianpiero Bocci, sottosegretario al Ministero degli Interni.

Durante l’incontro Signorino e Bocci verificheranno l’interpretazione normativa inerente la Relazione di inizio mandato dell’Amministrazione Accorinti, che prevede la possibilità di rimodulare il Piano di riequilibrio finanziario inviata dall’ex commissario straordinario del Comune di Messina Luigi Croce, necessario per accedere al prestito di 50 milioni di euro previsto dal Fondo di Rotazione.

Subito dopo il vicesindaco si incontrerà con il responsabile del Dipartimento entrate dell’Istituto per la Finanza degli Enti Locali della Fondazione Anci Andrea Ferri.

In discussione la firma della convenzione per l’intervento della task force dell’Anci, con l’assistenza di un gruppo di tecnici ed in collaborazione con esperti della Ragioneria centrale, per chiarire la reale situazione debitoria del Comune di Messina.

“E’ tutto da definire -dichiara Signorino. Al momento non conosciamo né tempi né modi di questo intervento dell’IFEL. Stiamo mettendo in piedi un percorso su invito dell’assessore regionale al Bilancio Luca Bianchi, che vede di buon occhio questa possibilità”. quando gli domandiamo se questa verifica avrà dei costi per le casse di Palazzo Zanca Signorino ci tranquillizza: “Per quanto ne sappiamo noi non dovrebbe costare nulla, neanche le spese per la missione dei tecnici. Comunque, ne sapremo di più tra alcune ore”.