Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Disabili e segnaletica, Grioli a Croce: “Lo Stato deve tutelare i più deboli”

Quando si dice “indignato”. E’ lo stato d’animo di Peppe Grioli, ex segretario cittadino del Partito Democratico e candidato alle primarie del centrosinistra per la poltrona di sindaco di Messina, che contesta la decisione del commissario straordinario del Comune Luigi Croce di concedere gli stalli per il parcheggio ai disabili attribuendo a questi ultimi i costi della segnaletica.

“Sono preoccupato per la mancanza di uguaglianza tra i cittadini -scrive Gioli- definiti uguali da Stato ed Enti locali, quando nella pratica non lo sono. Non ci vuole una grande sensibilità per capire questa disuguaglianza.

Come recita il comma II dell’articolo 3 della Costituzione (“E’ compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che limitano di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini…”) lo Stato ha il dovere di rappresentare gli interessi di tutti e proteggere i diritti di chi ha bisogno ed è svantaggiato. E questo anche sacrificando chi è in una posizione sociale più agevolata”.

Grioli spera quindi in un ripensamento del commissario Croce, oltre che in un’attenta riflessione sulle sue decisioni “nella convinzione che il pubblico potere non possa e non debba penalizzare mai chi ha di meno, ma piuttosto agevolarlo il più possibile”.