Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Dalla Regione 87 milioni per i Comuni siciliani

Il vicesindaco Guido Signorino

In arrivo 87 milioni per i Comuni siciliani. In sede di variazioni di bilancio c’è l’impegno del Governo regionale a destinare 25 milioni di euro ai piccoli Comuni siciliani, ai quali si aggiungeranno altri 22 milioni di euro da utilizzare per il pagamento delle rate dei mutui.

“L’esecutivo Crocetta -spiegano da Palazzo Zanca- ha anche determinato di trasferire ai centri sopra i 30 mila abitanti i 40 milioni dei Fondi PAC, di prevedere delle risorse per i Comuni in stato di pre-dissesto e di sostenere una modifica delle riserve sul fondo, che consenta di liberare ulteriori risorse per la parte corrente”.

L’intesa è stata raggiunta stamane a Palermo durante la riunione del direttivo allargato dell’ANCI Sicilia, nel corso della quale è stata sottoscritta l’intesa tra i Comuni e la presidenza della Regione Sicilia sulla ripartizione del

fondo per le autonomie locali e dei Fondi PAC (Piani di Azione e Coesione).

Nel corso dell’incontro si è anche stabilito di attivare un’unità di crisi tra il Governo e le amministrazioni comunali che sia la sede di confronto per esaminare e risolvere le tante questioni ancora da definire. Presente alla riunione anche il vicesindaco di Messina Guido Signorino, assessore al Bilancio e allo sviluppo Economico.

“L’intesa -ha puntualizzato Signorino- è un eccellente risultato, perché stabilizza i fondi per le spese correnti dei comuni ed incrementa, pur non di molto, quelli per gli investimenti su cui occorrerà definire i criteri per la ripartizione tra le grandi città. Adesso attendiamo che il Governo nazionale trasferisca i fondi di compensazione per l’abolizione dell’IMU sulla prima casa.

Questo consentirà a tutti i Comuni siciliani di predisporre il Bilancio Previsionale 2013. Per la città di Messina, sperando di riuscire a venir fuori dall’emergenza strutturale che abbiamo trovato, si potranno iniziare ad aprire prospettive per una gestione ordinata e orientata allo sviluppo”.