Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Dalla Regione 54 milioni per il Risanamento delle zone degradate

Il vertice per il Risanamento a Palazzo Zanca

Dalla Regione Sicilia 54 milioni per il Risanamento delle aree degradate di Messina. Disponibili non solo i 43 milioni di euro per le zone già inserite nel cronoprogramma presentato ma, ed è la novità di stamane, anche altri 10 milioni 900 mila euro da spendere in questo scorcio del 2013.

“A confermarlo durante l’incontro convocato oggi in Comune -spiega l’assessore all’Urbanistica Sergio De Cola- l’assessore regionale alle Infrastrutture Nino Bartolotta. le somme in più daranno destinate a interventi immediati di bonifica delle aree, compresi gli acquisti delle case

sul mercato immobiliare e il trasferimento delle famiglie”.

Presenti alla riunione operativa oltre a De Cola e Bartolotta, anche il sindaco Renato Accorinti, gli assessori allo Sviluppo economico Guido Signorino e alla Protezione civile Filippo Cucinotta, per l’IACP il direttore Maria Grazia Giacobbe, il commissario straordinario Venerando Lo Conti e il dirigente Achille D’Arrigo e l’Ingegnere Capo del Genio Civile Gaetano Sciacca.

Il prossimo appuntamento è per mercoledì alle 9 nei locali dell’assessorato al Risanamento, dove Comune e IACP si incontreranno per analizzare le problematiche esistenti e definire un cronoprogramma di interventi.

La prima legge per il Risanamento risale al 1990, ma fino ad oggi è stato realizzato meno della metà di quanto sarebbe necessario per eliminare le baracche dalla città.