Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Dal 2011 via del Pozzo e Fondo Galletta senza cassonetti

Foto Dino Sturiale

Via del Pozzo e Fondo Galletta senza cassonetti per la raccolta dei rifiuti. Un’area abitata da 2.500 persone da due anni chiede il ripristino del punto di raccolta, ma dal Comune di Messina e da Messinambiente non ci sono risposte.

A denunciarlo, ancora una volta, è il consigliere comunale del PD Nicola Cucinotta, che ha inviato un’interrogazione con risposta immediata al commissario straordinario del Comune Luigi Croce e al commissario liquidatore della partecipata Armando Di Maria.

“Le grida d’allarme dei cittadini e l’amore per la mia città mi chiamano a porre l’accento su una vicenda ancora oggi irrisolta, nonostante i garbati e ripetuti appelli lanciati dallo stesso a Messinambiente -scrive Cucinotta.

Duole ancora una volta segnalare che la scelta scellerata che ha indotto la partecipata ad annullare l’unica postazione per la raccolta dei rifiuti presente in via Del Pozzo e Fondo Galletta,  a quanto pare su invito del Dipartimento Mobilità Urbana, ha provocato e continua a provocare gravi problemi igienico sanitari ed arreca grossi disagi ai cittadini del popoloso rione Galletta.

Pur riconoscendo le mille difficoltà a cui giornalmente Messinambiente deve far fronte, è pur vero, che da troppo tempo i cittadini ed il sottoscritto attendono il ripristino dell’essenziale e indispensabile servizio di raccolta dei rifiuti”.

Un’emergenza non da poco, visto che a Fondo Galletta e in via del Pozzo vivono migliaia 2.500 messinesi. Via del Pozzo è una strada angusta e ripida a doppio senso di circolazione che da viale Regina Margherita si immette in via Peschiera e con Fondo Galletta. Quest’area è una sorta di piccolo paese che ha come unico accesso via del Pozzo.

“Negli ultimi anni -spiega il consigliere comunale a Croce e Di Maria- la zona ha registrato un consistente incremento abitativo, che avrebbe avuto bisogno di un implemento dei servizi di raccolta dei rifiuti solidi urbani. Invece, incomprensibilmente, si è assistito allo scippo di un essenziale servizio, attraverso l’eliminazione degli unici due cassonetti che servivano la popolosa zona.

Siete al corrente che i numerosi anziani di via Del Pozzo alta e Fondo Galletta, da quando sono stati eliminati i cassonetti per la raccolta RSU si vedono costretti a depositare i rifiuti nel lontano viale Regina Margherita di fronte alla Villa Salus (dopo aver percorso la lunga e tortuosa via del Pozzo ed aver attraversato diversi tratti di strada bui e pericolosi) o in una delle tante stradine o scalinate della zona?

I cittadini, in particolare i tanti anziani, sono esasperati e stanchi di percorrere lunghi tratti di strada tra salite e discese, tra scalinate e strade tortuose per andare a gettare i rifiuti. I commissari Croce e Di Maria pongano fine a questo supplizio”.

Ormai la situazione igienico-sanitaria è diventata gravissima, con sacchetti di rifiuti accantonati in ogni angolo. Pur cosciente delle difficoltà che sta attraversando la società Messinambiente, Cucinotta chiede a Croce e Di Maria di intervenire immediatamente, ciascuno per le proprie competenze, per ripristinare il punto di raccolta eliminato nel 2011.


Francesca Duca

Ventinovenne, aspirante giornalista, docente, speaker radiofonica. Dopo una breve parentesi a Chicago, torna a preferire le acque blu dello Stretto a quelle del lago Michigan. In redazione si è aggiudicata il titolo di "Nostra signora degli ultimi" per interviste e approfondimenti su tematiche sociali che riguardano anziani, immigrati, diritti civili e dell'infanzia.Ultimamente si è cimentata in analisi politiche sulle vicende che animano i corridoi di Palazzo Zanca.