Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Da Altroconsumo tutta la verità sui tablet Google e Apple

Apple Google tablet

Google ha presentato il nuovo tablet Nexus 9: migliorano il sistema operativo e la sicurezza dei dispositivi. Peccato che il prezzo si sia alzato rispetto agli standard. Apple invece ha lanciato le due nuove versioni di iPad Air 2 e iPad Mini 3, più economiche rispetto al passato e con funzionalità aggiuntive.

LE NOVITÀ DI CASA GOOGLE

Google ha lanciato un nuovo smartphone prodotto da Motorola, il Nexus 6, e un nuovo tablet prodotto da HTC, il Nexus 9. Un’altra novità è l’ultima versione del suo sistema operativo, Android 5, nome in codice Lollipop. Entrambi i dispositivi Nexus sembrano essere di ottima fattura, con specifiche da alta gamma. Anche il prezzo, però, di conseguenza è elevato: questo aspetto è una novità negativa, perché Google ci aveva abituati a prezzi tenuti più bassi possibili.

Migliora il sistema operativo

Ma l’interesse maggiore si concentra sul nuovo sistema operativo, supportato dai due nuovi dispositivi, poiché rappresenta un significativo miglioramento rispetto alle versioni precedenti. Dal punto di vista grafico era abbastanza evidente come la versione precedente iniziasse ad apparire antiquata, in particolare per le transizioni da una pagina ad un altra, in confronto con iOS. Pertanto uno sforzo è stato fatto per rendere il tutto più vivace. Migliorate anche le notifiche, con la possibilità di nascondere quelle più sensibili e di filtrarle in base all’orario: questo permette di non mostrare le notifiche personali durante l’orario di lavoro e di nascondere quelle lavorative la sera o i weekend.

La sicurezza dei dispositivi

La criptazione dei dati è ora abilitata di default sui nuovi dispositivi, è stato fatto un passo avanti anche nello scoraggiare il furto dei dispositivi, che non potranno essere pià resettati tanto facilmente, risultando pertanto inutili. Questo segue l’esempio di iOS che dalla versione 7 richiedeva una password per poter effettuare il reset del dispositivo, e questo ha portato ad una drastica riduzione di furti di iPhone. Un’ulteriore area di miglioramento è quella dell’utilizzo dello stesso dispositivo da più utenti, area in cui Android da sempre è stato in vantaggio rispetto ad iOS. Ora è stata introdotta la modalità “Ospite”, che consentirà di prestare il telefono od il tablet ad un amico, parente, assicurandosi che i dati siano tenuti comunque sicuri, inaccessibili.

I cambiamenti dal punto di vista tecnico

Dal punto di vista tecnico sono numerosi i cambiamenti: abbiamo ora il supporto per CPU a 64-bit, il supporto all’USB Audio che consente di collegare tramite USB dispositivi audio come il microfono, le casse, ecc. È migliorata anche la funzione macchina fotografica, aggiungendo il supporto YUV e Bayer RAW che consente alle app di accedere ad ogni singolo pixel del sensore, per poterlo sfruttare al meglio. È stato aggiunto anche il supporto per la riproduzione ad altissima definizione di video, il 4K, e sono stati migliorati il supporto al Bluetooth e la gestione della batteria. Per tutti questi motivi, il nuovo sistema operativo ci appare come un notevole miglioramento rispetto alle precedenti versioni.

IPAD AIR 2 E LE NOVITÀ DI APPLE

Apple ha mostrato tutta la linea dei suoi nuovi prodotti durante l’ultima presentazione: dai nuovi tablet iPad Air 2, iPad Mini 3, iMac e Mac Book Pro, così come del nuovo sistema operativo per mac, l’OSX Yosemite.

Spessore ridotto e nuove funzionalità

Si tratta di prodotti tutti top di gamma: il nuovo iPad Air 2, per esempio, è un’evoluzione dell’iPad Air che è già un ottimo prodotto. I miglioramenti riguardano lo spessore che sì è ulteriormente ridotto, le prestazioni della CPU e dell’unità grafica, la gestione della macchina fotografica alla quale sono state aggiunte le funzioni panorama, Time Lapse, Slow Motion, ecc. La gestione della batteria dovrebbe consentire un utilizzo più prolungato, un’altra novità è l’introduzione del TouchID, ossia dell’accesso tramite riconoscimento dell’impronta digitale, già presente nei nuovi iPhone. Aggiungiamo anche la riduzione del prezzo, rispetto ai precedenti modelli, novità sicuramente apprezzabile. Si tratta, comunque di innovazioni non spettacolari, anche perchè, effettivamente margini di miglioramento nell’iPad Air erano pochi.

La “Soft SIM” permetterà più libertà

Ma in realtà un’innovazione che potrebbe rivelarsi straordinaria Apple l’ha apportata, nei due nuovi tablet, nella loro versione mobile LTE: in questi due modelli, per la prima volta nella storia dei tablet e degli smartphone, è stata “inserita” la “soft SIM”, un sistema che consente di scegliere l’operatore preferito direttamente dal sistema operativo. Purtroppo, questa funzione sarà al momento disponibile solo negli stati uniti ed in gran bretagna e non è dato sapere se verrà estesa anche in altri paesi. L’Apple SIM è una funzione che consente, direttamente dalle impostazoni, di selezionare liberamente un operatore (tra coloro che hanno stretto accordi con Apple) ed uno specifico piano dati, senza la necessità di avere a disposizione una SIM vera e propria, passando in maniera rapida da un operatore ad un altro a seconda della convenienza. Si tratta di una novità sensazionale, sia per un utilizzo in ambito nazionale, dato che consente di seguire le varie offerte dei diversi operatori, sia per un utilizzo in paesi straniri, dove sarà possibile passare ad un operatore locale e navigare con le tariffe locali.