Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Cultura. Naso, il 21 e il 22 luglio il Naso Art Fest

nasoL’evento Naso Art Fest, ideato e promosso dall’Amministrazione del Comune di Naso, ha l’intento di far riscoprire uno dei centri più importanti dei Nebrodi per storia, cultura e tradizione. Il centro storico è protagonista, il cuore della città Naso, adibito a vero e proprio palcoscenico naturale. Piazze e vicoli animati da musica, canti, storie antiche e moderne che tendono a valorizzare la cultura siciliana.
In sinergia con la cittadinanza attiva sono offerti diversi spunti di conoscenza. I sapori delle colture locali divengono cibi prelibati lungo itinerari del gusto curati con passione e dedizione da attività locali. Gli artigiani mostrano i loro manufatti creati a partire da tecniche tradizionali e plasmati dalla creatività di ognuno.
Il laboratorio di Arte Maiolicara, a cura del maestro ceramista Pier Luigi Scardino, guida i partecipanti alla conoscenza dello stile e dei colori che da secoli caratterizzano la ceramica nasitana e all’applicazione delle tecniche maiolicare in chiave moderna. La mostra di Antiche Immaginette Sacre della collezione privata di Aldo Cumia e la mostra di Antichi Paramenti curata dalla Parrocchia SS. Filippo e Giacomo impreziosiscono l’esperienza del visitatore. Nello spirito della riscoperta delle proprie radici, il défilé Abiti da sposa nel tempo, curato da Jessica Conti Nibali e dall’ASC Cresta, fa rivivere le emozioni del giorno più bello, dai tempi dei nostri nonni fino ad oggi.
È già partito il concorso fotografico ArtClick, i cui prodotti, secondo il bando che lo regolamenta e che si trova sul sito www.nasoartfest.it, dovranno esprimere significativi aspetti del patrimonio presente sul territorio comunale e devono riflettere l’inscindibile significato della vita. Non mancano la musica e gli spettacoli, la cui direzione artistica è affidata ad Oriana Civile, nasitana esponente di spicco del folk-revival siciliano. Le scelte della direzione artistica sono orientate alla qualità ed alla valorizzazione delle tradizioni e dell’identità culturale. Numerosi, infatti, gli artisti strettamente legati al Paese che li ospita in questa due giorni di festa e allegria.
Gli artisti che si esibiscono al Naso Art Fest sono lo scrittore Pietrangelo Buttafuoco, che presenta il suo ultimo libro I baci sono definitivi (Collana Oceani, Milano, La Nave di Teseo, 2017), i cantastorie storici Fortunato Sindoni e Mauro Geraci, che riempiono l’aria con le loro storie di ieri e di oggi, Angelo Sicilia e i suoi pluripremiati Pupi Antimafia, chiaro messaggio di impegno civile, il cantautore umbertino Renato Merlina e le sue ballate su fatti e personaggi locali, la bellissima nasitana Jessica Conti Nibali, modella e finalista Miss Mondo Italia, le Matrioske, quartetto che unisce le musiche e le danze del Sud Italia a quelle del Bal Folk europeo.
Parteciperanno  anche il regista nasitano Francesco Lama con la proiezione del suo film I Siciliani, il cantautore orlandino, ma d’origine nasitana, Marco Corrao che esporta le sue radici con numerosi tour internazionali ed importanti collaborazioni, il Trio Classico, composto dai Maestri Daniela Giaimo (flauto), Giuseppe F. Corpina (clarinetto) e Michele Saccone (fagotto), che si esibisce nella location più suggestiva di tutto il festival, il Museo d’Arte Sacra sito nelle catacombe del Tempio dedicato a San Cono, luogo di culto per eccellenza del cittadino nasitano, Oriana Civile, studiosa delle tradizioni musicali della terra di Sicilia, interprete unica del repertorio musicale di tradizione orale della sua terra.
Il 22 luglio a partire dalle 19.00, gli artisti si esibiscono tutti in contemporanea nelle tante suggestive locations che il paese offre, così da dare l’opportunità ai visitatori di godere delle viuzze e delle piazze sempre in compagnia di suoni e parole, riappropriandosi del tempo e dello spazio che la frenetica modernità spesso non ci consentono di apprezzare.
Naso Art Fest vuole essere dunque un momento di condivisione reale di esperienze ed un’opportunità di crescita e promozione di un territorio tutto, ricco e variegato, che merita di risollevarsi con forza, gioia e positività dopo le notevoli e numerose calamità naturali che negli ultimi anni lo provano seriamente.
Per tutta la durata dell’evento è fornito un servizio navetta continuato e gratuito (punto di raccolta: P.zza Giovanni XXIII – Bazia). Accolto da personale dedicato, il turista/visitatore può far visita a chiese e musei, scoprendo in essi l’inestimabile patrimonio artistico ereditato nei secoli.