Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Cronaca. Un caso di buona sanità tra Barcellona Pozzo di Gotto e Messina

MESSINA. “Buongiorno, mi chiamo Gaetano. Desideravo segnalarvi ciò che mi è accaduto”. Inizia così la mail inviata a Sicilians per raccontare, finalmente, un caso di buona sanità. “Il 12 dicembre -scrive il nostro lettore- intorno alle 3.40 del mattino, mio padre ha avuto un inizio di infarto e ho chiamato il 118. Il tempo di preparare papà ed erano già a casa mia, a Barcellona Pozzo di Gotto. Prontamente il signor Greco, insieme al team, ha prestato aiuto facendo ciò che ritenevano necessario a non perderlo. Trasmettendo il tutto all’ospedale più vicino (il Policlinico di Messina) siamo partiti. Loro in ambulanza e io dietro con la mia auto. Alle 4.28 eravamo al nosocomio universitario dove, grazie alla preparazione organizzata in viaggio dal team del signor Peppe Greco (ho chiesto il nome), mio papà è entrato subito in sala operatoria ed è stato salvato.

Desideravo ringraziare il 118 di Barcellona P.G. e in modo particolare il signor Greco, il team del 118 e i medici del Policlinico di Messina -conclude il sig. Gaetano- che hanno reso possibile grazie alla loro professionalità che la mia famiglia possa trascorrere un sereno e Felice Natale. Faccio questa segnalazione perché anche loro, uomini di medicina, sono delle persone con un cuore grande e con professionalità da vendere”.