Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Cronaca. Sequestrati 2 mila articoli falsi dalla Guardia di Finanza a Enna

ENNA. Nel corso di distinte operazioni effettuate dalla Guardia di Finanza di Enna, i militari hanno sequestrato 2.000 articoli di bigiotteria, per la persona e per la casa, privi di etichettatura o delle specifiche in lingua italiana. L’etichettatura dei prodotti è disciplinata da precise norme di legge nazionali ed europee, in particolare dal codice del consumo che riassume tutte le disposizioni vigenti, consentendo di verificarne i requisiti di sicurezza e salubrità. L’etichetta, infatti, contiene importanti informazioni sulla composizione dei prodotti, sull’eventuale presenza di materiali o sostanze pericolose, le istruzioni sul corretto utilizzo del prodotto e altre avvertenze a tutela della salute, oltre alla denominazione legale o merceologica del prodotto, del produttore e del paese d’origine. I controlli sono stati estesi all’area sud della provincia e in particolare a Barrafranca e Piazza Armerina. L’Arma ha sequestrato oltre 1900 articoli tra giocattoli, dispositivi elettronici e occhiali, irrogando sanzioni pecuniarie fino a 30.00000 euro e la confisca della merce sequestrata. L’azione ispettiva ha riguardato anche la tutela dei marchi industriali nella zona di Leonforte, dove le Fiamme Gialle hanno individuato un soggetto intento a vendere accessori per abbigliamento contraffatti recanti i marchi griffati Prada, Gucci, Burberry, Michael Kors, O Bag e orologi Rolex, Carrera, Omega, Bretling, I.W.C., Chanel, per un valore stimato di 5000 euro. In quest’ultimo caso, il fai da te é stato deferito alla Procura della Repubblica per i reati di ricettazione e vendita di prodotti recanti segni distintivi contraffatti.