Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Cronaca. Rapina, spaccio di droga e ricettazione: tre arresti nel Messinese

MESSINA. In previsione dell’approssimarsi delle ricorrenze del Natale e di Capodanno, già da qualche giorno i Carabinieri della Compagnia di Sant’Agata Militello hanno avviato un articolato piano di servizi di vigilanza, controllo e prevenzione in tutta la giurisdizione di competenza, così da garantire maggiore serenità alla popolazione ed evitare che le festività possano costituire occasione per la consumazione di reati predatori o di ogni altro genere. In tale dispositivo, è stata posta particolare attenzione verso gli istituti scolastici, conoscendo la delicatezza e la sensibilità dei contesti formativi e la loro esposizione a condotte illecite in materia di droga, nonché massima allerta nei luoghi di maggiore aggregazione in vista delle prossime festività natalizie, con il costante controllo dei soggetti d’interesse potenzialmente pericolosi per la sicurezza pubblica. Inoltre, sono stati rafforzati i controlli delle aree sensibili anche con pattuglie a piedi. I servizi straordinari hanno dato da subito i primi concreti risultati e ieri mattina sono state arrestate tre persone per reati diversi.

Le Stazioni Carabinieri di Tortorici e di Rocca di Caprileone hanno dato esecuzione a un ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica di Messina nei confronti di Salvatore Conti Taguali (40enne, pregiudicato), residente da anni nel Comune di Caprileone. L’uomo deve espiare la pena di 6 anni e 6 mesi di reclusione poiché riconosciuto colpevole dei reati di rapina aggravata, danneggiamento, ricettazione, violenza e minaccia ad un Pubblico Ufficiale, commessi nell’arco di più di un decennio. Il provvedimento scaturisce da articolate indagini condotte da personale dell’Arma che hanno consentito di ricostruire e documentare le dinamiche dei reati. Dopo le formalità di rito l’uomo è stato condotto nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto a disposizione della magistratura.

Sempre ieri mattina i Carabinieri della Stazione di Capo d’Orlando hanno effettuato un controllo mirato nei pressi di alcuni plessi scolastici della giurisdizione, avvalendosi anche di unità cinofile del Nucleo Carabinieri di Nicolosi. Nel corso del controllo, in prossimità di un istituto superiore è stato individuato e arrestato R. I. (28enne orlandino) per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il giovane è stato sorpreso in possesso di complessivi oltre 100 grammi di marijuana suddivisa in dosi e di un bilancino di precisione. Il materiale è stato posto sotto sequestro e inviato al RIS per le analisi di laboratorio, mentre l’arrestato è stato posto ai domiciliari, a disposizione della Procura della Repubblica di Patti, in attesa dell’udienza di convalida davanti al Tribunale.

Ieri pomeriggio, invece, i Carabinieri della Stazione di Rocca di Caprileone hanno arrestato Alfred Hila (pregiudicato 34enne, con cittadinanza albanese ma da tempo residente a Caprileone) in esecuzione di una misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Patti. I Carabinieri hanno documentato le ripetute condotte illecite commesse da Hila in violazione degli obblighi imposti dalla misura coercitiva dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria cui era sottoposto dopo il suo arresto (operato sempre dall’Arma) per detenzione ai fini di spaccio di droga. Dopo le formalità di rito l’uomo è stato condotto a casa propria agli arresti domiciliari.