Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Cronaca. Rapina alla GoldBet di Barcellona, ritrovato il motorino usato dal rapinatore

Il luogo della rapina

MESSINA. Continuano a ritmo serrato le indagini da parte dei Carabinieri della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto, agli ordini del capitano Giancarmine Carusone, per chiudere il cerchio attorno al rapinatore che la sera di mercoledì ha rapinato il centro scommesse GoldBet, presente lungo la in via Umberto I. Un uomo con il volto travisato da un casco e armato di spranga ha fatto irruzione nell’esercizio commerciale. Minacciando e spintonando le due impiegate si è introdotto dietro la vetrata dove erano presenti le casse, sottraendo il denaro contanti e perfino una cassa con dentro del denaro. Un’azione durata meno di cinque minuti, con il rapinatore che si è dato successivamente alla fuga a bordo di uno scooter Scarabeo di colore bianco. Un bottino che secondo una prima stima ammonterebbe a circa 6mila euro, ma i conteggi sono in corso e i titolari non avrebbero ancora formalizzato l’esatto importo. Alle prime luci dell’alba di giovedì, invece, gli uomini della Radiomobile hanno rinvenuto lo Scarabero usato dal rapinatore abbandonato nella via Operai, nei pressi del Bar Orchidea. Lo Scarabeo, risultato alla fine rubato, è stato sequestrato e portato via per avviare le verifiche del caso e per ricavarne le impronte. Ulteriori elementi utili ai fini delle indagini, oltre alle riprese delle telecamere di videosorveglianza presenti all’interno e all’esterno dell’attività, potrebbero risultare anche le dichiarazioni rese ieri in caserma dai gestori e dalle due dipendenti presenti al momento del fatto.