Cronaca. Palermo, duplicazione abusiva di opere destinate al circuito cinematografico: denunciato 51enne

PALERMO. I finanzieri del Gruppo Pronto Impiego di Palermo hanno scoperto una vera e propria centrale di riproduzione di film, occultata in una abitazione privata nel quartiere Brancaccio di Palermo. Il servizio è nato da un controllo su strada, nel corso del quale le Fiamme Gialle hanno trovato un palermitano, G.C di anni 51, in possesso di 300 DVD che riproducevano noti film. In particolare, il materiale era trasportato a bordo della propria macchina, con la quale, di prima mattina, si stava recando a distribuirlo. E’ dunque scattata immediatamente la perquisizione all’interno dell’abitazione, dove i Baschi

verdi si sono trovati davanti, oltre a 23000 DVD già pronti per la distribuzione, a due personal computer e cinque masterizzatori utilizzati per la registrazione dei supporti. All’interno della memoria dei computer sono stati trovati 5.500 film pronti per la duplicazione, mentre nell’abitazione sono state reperite una stampante e 1.300 locandine, da utilizzare per il confezionamento del DVD da vendere. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro e G.C è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Palermo per il reato di duplicazione abusiva di opere destinate al circuito cinematografico. Oltre ai guadagni illeciti che la vendita dei DVD avrebbe procurato, l’introduzione in commercio dei supporti avrebbe generato una distorsione del mercato, a danno delle imprese che operano nel settore rispettando le regole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *