Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Cronaca. Messina, ladro di rame in fuga beccato dalla Polizia: denunciato

MESSINA. Le 4 del mattino, la consueta attività di controllo del territorio, una macchina sospetta che transita in via Tommaso Cannizzaro. La volante di turno si affianca al veicolo, una serie di manovre evasive da parte del conducente e poi la fuga. E’ questo quanto accaduto qualche notte fa nel centro cittadino: gli operatori non hanno perso di vista il fuggitivo, gli sono stati dietro bloccandolo dopo pochi metri, ma l’uomo è scappato a piedi, non senza essere inseguito e fermato definitivamente giusto sotto la sua abitazione. Si procede alla perquisizione dell’appartamento e dell’autovettura dove, nascosti nel bagagliaio sono stati trovati 50 kg di rame già bruciato e ripulito, nonché cesoie, tenaglie, un piede di porco, una chiave adulterata, alcune torce e due scaldacollo. Sono stati rinvenuti cavi di ramen anche in un piccolo pozzo luce dell’immobile insieme a una tronchese e un avvitatore elettrico. L’uomo è stato condotto negli uffici di polizia per le conseguenti attività di rito. Sarà denunciato non solo per ricettazione, ma anche per possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli e combustione illecita di rifiuti, oltre che multato per violazione del codice della strada in quanto privo di patente, copertura assicurativa e revisione. E’ scattata la denuncia anche per cinque furti avvenuti nelle scorse settimane ai danni di alcuni esercizi commerciali. Infatti gli operatori hanno appurato come l’uomo fosse l’autore di quei reati da qualche tempo oggetto di loro indagini. Dirimenti per l’imputabilità degli stessi le immagini estrapolate dalle telecamere presenti nei luoghi di consumazione delle fattispecie incriminatrici che ritraggono un uomo con le stesse caratteristiche di quello inseguito quella notte. Sono stati trovati anche capi di abbigliamento indossati durante i furti.