#Cronaca. Mattonelle divelte e lampioni pericolanti, disagi a Barcellona Pozzo di Gotto

MESSINA. Mesi e mesi di segnalazioni non hanno portato a nulla e i residenti di Calderà e di piazza delle Ancore a Barcellona Pozzo di Gotto sono ancora in attesa di interventi dell’amministrazione Materia per la pavimentazione e la sostituzione di due lampioni distrutti dai vandali. A Calderà il problema è davanti all’ufficio postale, dove da tempo le mattonelle sconnesse creano disagi e difficoltà. Sono appena cinque e il lavoro potrebbe essere effettuato rapidamente e l’indifferenza di Palazzo Longano è quindi inspiegabile. “La settimana scorsa sono inciampato e sono caduto provocandomi escoriazioni e lesioni al ginocchio destro -segnala un anziano a Sicilians. E’ una vergogna che nessuno prenda provvedimenti per la nostra incolumità. La sera poi è ancora più pericoloso, perché non si vede nulla e so di non essere il solo a essere caduto Tra l’altro, Calderà

è una delle zone turistiche della nostra città e far vedere tutto questo a chi viene qui a passare le vacanze è davvero indecente”. Trascurata dall’amministrazione anche piazza delle Ancore, dove due lampioni decapitati dai soliti vandali non sono mai stati sostituiti, creando problemi non solo per la mancata illuminazione ma anche all’estetica della zona, frequentatissima in questo periodo.


Carmelo Amato

Il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori comunali, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.