Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Cronaca. Barcellona PG, non manda la figlia a scuola per proteggerla: assolta 37enne

MESSINA. Finisce sotto processo perché non mandava la figlia a scuola, ma il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto riconosce le ragioni della madre e la assolve. Sul banco degli imputati una 37enne polacca, accusata di inosservanza dell’obbligo di istruzione di minori. Nel 2017 la donna non aveva mandato la figlia in seconda elementare in una scuola della zona tirrenica e la difesa dell’imputata, rappresentata dall’avvocato Piera Basile del Foro di Barcellona PG, che tramite le relazioni delle forze dell’ordine ha dimostrato che l’imputata aveva dovuto allontanare la minore dall’ambiente nel quale viveva perché la piccola subiva abusi. Da qui la decisione di non farle frequentare la scuola “perché la madre ha cercato di proteggerla per tutelare beni giuridici superiori a quelli dell’istruzione”. Il giudice Vincenzo La Torre, accogliendo la richiesta della difesa, ha assolto l’imputata così come richiesto anche dal Pubblico Ministero.