Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Cronaca. Barcellona PG, minacce e lesioni alla ex moglie: appuntato dell’Arma assolto

Un appuntato dei carabinieri in servizio presso una stazione dell’hinterland barcellonese, A.S., 46 anni, è stato assolto dall’accusa di lesioni, ingiurie e minacce nei confronti della ex moglie. L’uomo era finito sotto processo a seguito di indagini condotte dal sostituto procuratore Giorgio Nicola nel luglio del 2011. Secondo l’accusa il carabiniere avrebbe rivolto ingiurie e minacce alla ex moglie, procurandogli inoltre lesioni e puntandole in testa anche la pistola di ordinanza. Un quadro accusatorio che non ha retto in sede dibattimentale, con parecchie dichiarazioni che sono state smentite dai fatti e dalle prove documentate (tabulati telefonici e testimonianze ndr) utilizzate dai legali dell’imputato Tommaso Calderone e Sebastiano Campanella. Il pm Franceco Cannavò aveva chiesto la condanna a 6 mesi per lesioni. Il giudice monocratico del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto,  Giuseppe Abate, ha invece assolto l’uomo “perché i fatti non sussistono”.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.