Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Cronaca. Barcellona PG, estorsione al “Perditempo”: inflitte pesanti condanne per i responsabili

Sono pesanti le condanne determinate in serata dal giudice del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, Salvatore Pugliese, nei confronti di coloro i quali si sono resi responsabili dell’estorsione aggravata ai danni del titolare del ritrovo “Perditempo” di Via Longo. I quattro uomini erano accusati di avere picchiato Pietro Carbone, titolare del locale della movida barcellonese per non pagare il conto delle consumazioni effettuate. Il commerciante, infatti, la sera del 9 novembre ha chiesto il pagamento delle consumazioni a 4 avventori che avevano ordinato diverse bevande per un costo complessivo di circa 60 euro. Invece di regolare il conto, così come hanno ricostruito i Carabinieri della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto, i quattro uomini hanno cominciato ad inveire contro i lavoranti del locale e lo stesso titolare, colpito con degli schiaffi. I quattro si sono scagliati anche contro la porta dell’esercizio commerciale e hanno proferito diverse minacce. Di seguito le condanne determinate dal giudice: Andrea Benenati condannato a sei anni e due mesi, Carmelo Benenati condannato a sette anni ed un mese, Giuseppe Francesco Calabrese condannato a sette anni e nove mesi, Santo Genovese condannato alla pena di otto anni