Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Cronaca. Barcellona PG, estorsione ai danni del gestore di un locale alla Pescheria: quattro arresti

Stamattina i carabinieri della compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto, agli ordini del calicapi Giancarmine Carusone, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto (ME) Fabio Gugliotta, su richiesta della locale Procura guidata dal Procuratore Capo Emanuele Crescenti, nei confronti di 4 persone G.S., 28 anni, B.C., 33 anni, C.G.F., 35 anni, B.A., 20 anni. I primi tre sono stati portati in carcere, il quarto agli arresti domiciliari. Altre due persone sono indagate a piede libero. Sono accusati di estorsione aggravata ai danni del titolare di un esercizio commerciale presente nella zona della vecchia Pescheria. Il provvedimento a seguito dell’aggressione subita nel novembre scorso dal titolare di una nota attività commerciale ubicata nella zona zona, luogo della movida barcellonese. Il gestore dell’attività commerciale, la sera del 9 novembre scorso, dopo aver chiesto il pagamento delle bevande consumate da parte di sei avventori veniva aggredito con schiaffi al volto senza ricevere il dovuto.

Le indagini attraverso l’acquisizione delle testimonianze e dei riscontri dei sistemi di video sorveglianza, mediante le individuazioni fotografiche, hanno fatto emergere come gli arrestati avessero aggredito il titolare del locale, il quale chiedeva al gruppo il pagamento di circa 60 Euro.
Le aggressioni sono continuate poi anche all’interno del locale con schiaffi e minacce rivolte sia al titolare che ai dipendenti e con diversi calci alla porta d’ingresso del locale.
Al termine dell’accaduto, inoltre, gli aggressori si immortalavano in un “selfie” di gruppo. Durante una perquisizione a casa di uno dei due indagati sino state trovate74 munizioni di diverso calibro e l’uomo è stato denunciato anche per detenzione illegale di munizioni. Tutte le munizioni rinvenute sono state sequestrate.