#Cronaca. Alluvione Giampilieri, assolti gli ex sindaci Giuseppe Buzzanca e Mario Briguglio

Alluvione Giampilieri
Giampilieri

Non ci sono responsabili per l’alluvione che l’1 del 2009 devastò e travolse la jonica messinese, provocando 37 morti a Giampilieri e Scaletta Zanclea e decine di feriti nell’intera zona. A stabilirlo la Corte d’Appello di Messina Sezione Penale (presidente Maria Celi, a latere Blatti e Sagone) con la sentenza di assoluzione per gli ex sindaci di Messina Giuseppe Buzzanca e di Scaletta Zanclea Mario Briguglio, che in primo grado erano stati condannati a 6 anni di reclusione e all’interdizione dai pubblici uffici per 3 anni. L’accusa era di colposo plurimo e la Procura aveva chiesto anche

in appello la conferma delle condanne in primo grado. I giudici, hanno invece stabilito che il fatto non sussiste. Confermata la sentenza di assoluzione di primo grado per gli altri imputati: l’ex commissario straordinario del Comune di Messina Gaspare Sinatra, i dirigenti regionali Giovanni Arnone e Tiziana Flora Lucchesi, l’ex dirigente della Protezione Civile regionale Salvo Cocina e per Alberto Pistorio, Giovanni Rago e Francesco Grasso (che hanno redatto il Piano Stralcio di Bacino per l’assetto idrogeologico dell’area tra il bacino del torrente Fiumedinisi e Capo Peloro).

“Quale difensore del Comune di Messina, citato come responsabile civile e in questi ultimi giorni bersagliato dall’avvio di procedure esecutive per il recupero delle consistenti provvisionali disposte con la sentenza di primo grado -commenta l’avvocato Bonaventura Candido– esprimo soddisfazione per un verdetto che ha riconosciuto
le tesi difensive da noi propugnate sin dall’avvio del processo. Non vanno però dimenticate le vittime e il dolore dei loro familiari, nei cui confronti non si può non avere profondo rispetto e umana comprensione”.

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.