Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Coronavirus Messina, troppi contagi al Poliambulatorio di via Del Vespro: sindacati chiedono interventi immediati

MESSINA. Lettera di Enzo Bertuccelli, dell’Osservatorio Urbano CUB Messina, indirizzata al sindaco De Luca, al direttore sanitario dell’ASP e alla Prefettura in merito ai contagi al Poliambulatorio di via del Vespro. Nella sua missiva Bertuccelli chiede chiarimenti e denuncia la “poca trasparenza dei dati comunicati alla cittadinanza sull’evolversi della situazione”. Tutto questo a seguito della notizia dell’11 aprile scorso sulla chiusura del Poliambulatorio di via del Vespro, in quanto vi sarebbero risultati positivi ben 7 dipendenti, fatto che, secondo Bertuccelli, pone “seri interrogativi sull’efficacia delle misure preventive assunte in città nei luoghi più sensibili ed esposti al contagio”.

 

Il CUB chiede anche se è vero che la prima persona contagiata nella struttura di via del Vespro, di cui si è avuta notizia il 30 marzo, abbia dovuto aspettare settimane prima di avere fatto il tampone e ottenere il relativo esito, mentre i suoi colleghi attenderebbero ancora oggi l’esito dei tamponi effettuati pur continuando a lavorare nella struttura. Il sindacato pretende chiarimenti anche in merito alla notizia che ci sono una decina di tamponi dall’esito dubbio, quanti tamponi sono stati effettuati e quanti risultano in attesa di esito, se sono state assunte sul posto di lavoro le misure preventive necessarie dopo l’astensione dal lavoro della persona poi risultata positiva al coronavirus, se sono stati effettuati gli interventi di protocollo per risalire alla catena del contagio che potenzialmente vedrebbe a rischio sia i dipendenti della struttura che i cittadini che si sono recati presso il poliambulatorio

nelle settimane precedenti. E ancora: se e come sono stati informati i cittadini che si sono recati presso la struttura di via del Vespro, se sono stati effettuati tamponi ai cittadini che si sono recati presso la struttura di via del Vespro e quanti sono risultati positivi.

 

“Riteniamo doveroso -si legge nella missiva- che le autorità in indirizzo rispondano, anche pubblicamente, ai legittimi quesiti sopra elencati per tranquillizzare l’opinione pubblica sia nell’eventualità che i contagiati siano in numero circoscritto sia che siano stati assunti e si stanno assumendo tutti i provvedimenti necessari per evitare ulteriori focolai e contagi”.

 

Contestualmente, una richiesta d’intervento di sanificazione per i poliambulatori ASP della provincia di Messina al direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale Paolo La Paglia dal segretario generale della UIL FPL Messina Pippo Calapai e di Mario Salvatore Macrì, responsabile provinciale area medica. A seguito di un nuovo focolaio di infezione al Poliambulatorio ex INAM di via del Vespro, che l’ASP ha chiuso sottoponendo nuovamente a esecuzione del tampone tutto il personale operante e effettuando una nuova sanificazione di tutta la struttura sanitaria, chiede ora la sanificazione anche dei poliambulatori di Barcellona, Patti, Sant’Alessio e Milazzo, dove lavora personale messinese risultato positivo. “La sanificazione – si specifica nella nota – dovrà essere effettuata da ditte specializzate che attestino a fine lavori il ripristino della salubrità degli ambienti di lavoro e la certificazione prodotta dovrà essere pubblicata sul sito istituzionale”.