Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Coronavirus, i dati aggiornati: oltre 300.000 arrivi in Sicilia nel mese di marzo tra navi, treni e aerei

MESSINA. Nuovi dati da aggiungere agli arrivi in Sicilia dall’1 al 31 marzo già pubblicati. Dai nostri calcoli si è superata quota 300.000. Siamo in attesa di ricevere i dati relativi a Blue Jet e Ustica Lines (mezzi veloci sullo Stretto), ai voli atterrati negli aeroporti di Comiso e Trapani prima della chiusura, alle tratte navali Palermo-Genova, Palermo-Napoli, Catania-Napoli e Messina-Salerno e stimiamo per difetto che si tratti di almeno altri 35.000 passeggeri, che si vanno ad aggiungere agli oltre 265.000 che abbiamo registrato nei giorni scorsi dalle fonti ufficiali. Il prossimo step, che pubblicheremo nelle settimane a venire, sarà quello di confrontare i dati siciliani con quelli di altre isole del Mediterraneo (Corsica, Sardegna, Creta, Cipro, Rodi, Isola d’Elba, Lipari e Salina) per comparare gli effetti sul numero di morti per coronavirus, ovviamente rapportati alla popolazione così da poter misurare l’efficacia dell’isolamento in luoghi nei quali il COVID-19 non era presente quando si sono manifestati i primi casi in Italia e in Europa.

Giacomo Guglielmo

Siciliano a tutto tondo, cittadino del mondo, ingegnere laureato al Politecnico di Milano, docente, esperto di trasporti e fondi SIE, attualmente in forze al MIUR per il monitoraggio dei fondi UE per la ricerca, pescatore con rizza trimagghi e adesso anche aspirante giornalista. Sostenitore del ponte sullo Stretto, non a caso è stato studente di Giorgio Diana, il suo motto ora e per sempre (o almeno fino a quando non lo costruiranno) è: ponte e libertà.