Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Coronavirus, dopo oltre un mese il barcellonese bloccato a Vulcano è libero: il test è negativo

MESSINA. La prigionia a Vulcano è finita. Il barcellonese Antonio Biondo, ma tutti gli amici lo chiamano Anthony Blond, ha avuto il risultato del test del coronavirus: è negativo e finalmente è libero di muoversi dopo oltre un mese di isolamento nell’isola dell’arcipelago eoliano. Il risultato del tampone, effettuato solo il 14 aprile scorso, è arrivato oggi. “Fino a ieri -racconta a Sicilians- all’ospedale di Lipari non sapevano ancora nulla”. L’odissea del 36enne barcellonese è iniziata il 17 marzo scorso, quando decise di passare il periodo di quarantena in una casa che la sua famiglia possiede là. Prima ha aspettato che l’ASP 5 gli facesse il tampone per il coronavirus, che gli è stato fatto solo il 14 aprile e solo oggi ha saputo di essere negativo al COVID-19.

 

Arrivato alle Eolie oltre un mese fa da Taranto, dove si era recato per motivi di lavoro, come previsto si è autodenunciato con una mail al Comune di Lipari, all’ASP 5, alla Regione Sicilia e alla Guardia medica locale. Poi si è messo in quarantena, aspettando che l’Azienda Sanitaria 5 gli facesse fare il tampone. L’autoisolamento è finito il 31 marzo, senza che l’Azienda Sanitaria mandasse qualcuno a fargli il tampone. Oggi, dopo 5 settimane, finalmente il responso: il test è negativo e lui è finalmente libero di muoversi e di riabbracciare la famiglia.

Antonio Biondo