Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Coppia barcellonese sconfigge la Covid-19: “al personale sanitario del Cutroni Zodda il nostro grazie”

Il Coronavirus, dati alla mano,  sembra avere una percentuale piuttosto elevata di complicazioni. Le terapie intensive degli ospedali sono al limite e il vero rischio è che – se non si attuano misure collettive di prevenzione per evitare la diffusione di massa del virus e adesso anche delle varianti – gli ospedali saturino i posti, con conseguenze non solo per i malati di Covid, ma per tutti coloro che necessitano di prestazioni mediche. Il contributo che possiamo dare tutti – nel nostro primario interesse – è quello di rispettare le regole basilari per cercare di non ammalarci.

In queste mesi, però, c’è chi ha un ruolo particolare. E sta facendo più di altri. Medici, infermieri, oss, osa e tutto il personale sanitario del Covid Hospital di Barcellona Pozzo di Gotto sta lavorando con turni estenuanti: senza guardare l’orologio e spesso anche senza essere pagati. Dunque andando ben oltre i loro doveri etici e professionali. E di conseguenza sono doverosi i ringraziamenti, come quelli che la signora Emma Morganti e il marito Salvatore Castellano hanno voluto fare a tutto il personale sanitario che si è preso cura di lei e del marito nel periodo che sono stato colpiti dalla Covid-19. Riportiamo integralmente il messaggio che hanno inviato alla nostra redazione.

Ahimè si, il maledetto virus ha colpito me e mio marito. Tutto è cominciato con una mia farigite, dopo un paio di giorni mio marito ha avuto febbre a 38,7. Facciamo il tampone e risultiamo positivo! Cominciamo la cura a casa seguiti dal nostro medico, Pietro Rossello, che era continuamente in contatto con i medici dell’Usca di Oreto. Non vi dico la professionalità e la cura che hanno messo questi giovani medici che ci hanno seguito, visitato circa tre volte con un’attenzione unica. Parlo del dottore Dario Materia, della dottoressa Marta, Jessica. Il dottore Materia si accorge che qualcosa non va e ci consiglia una tac. Ascoltiamo il suo consiglio e dall’esito viene un inizio di infammazione polmonare. Ricovero immediato per me e mio marito, e meno male, altrimenti non so a casa come sarebbe finita! Abbiamo trovato medici eccezionali all’infettivo, bravissimi, professionali, di una umanità unica che non finiremo mai di ringraziare. Tutti da ringraziare di cuore, i dottori Imbesi,  Panella,  Recupero,  Foscolo, Gambino. Non dimenticheremo mai gli occhi e la voce di tutti gli infermieri e del personale non infermieristico. Tutti Dolcissimi, professionali, di una umanità e dolcezza uniche. Non li dimenticheremo mai. Ora è finita, siamo usciti perfettamente guariti! Grazie infinite a tutti coloro che si sono presi cura di noi! Ps:una preghiera ai nostri politici..Non fate perdere una struttura indispensabile come il Cutroni Zodda! Riportatelo ai vecchi albori”.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.