Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Convegno “Il luogo ritrovato: la Badiazza”. L’obiettivo è la rinascita spirituale ed etica di Messina

“Il luogo ritrovato: la Badiazza”. Questo il tema del convegno organizzato per discutere della rinascita spirituale, etica ed estetica di Messina.

La due giorni culturale, che inizia oggi e si concluderà domani, si svolgerà in un luogo suggestivo, Santa Maria della Valle, più conosciuta come la Badiazza.

“Il filo conduttore del convegno sarà quello di unire saperi -spiega Matteo Allone, psichiatra e direttore del Centro Diurno Camelot dell’ex Mandalari- che mettano in relazione dinamica e creativa, i temi dell’unicità e della complessità, della località e della globalità per ritrovare la memoria di un passato glorioso e le radici di una rinascita spirituale, etica ed estetica della città di Messina”.

Durante il meeting si tratteranno temi religiosi e del dialogo interreligioso, storici, culturali, artistici e filosofici. Non è un caso che il convegno si tenga proprio alla Badiazza.

“In un mondo globalizzato e virtuale, che ha smarrito il contatto con le sue radici e quindi perso identità e valori -spiega ancora Allone- l’obiettivo è quello di valorizzare il patrimonio culturale e l’identità di appartenenza alla propria realtà locale e contestualmente lo spirito di patrimonio collettivo. E la Badiazza, che è

un’opera mediterranea ed europea, è la principale mission del progetto Il Luogo Ritrovato”.

Il convegno inizierà stamane 9.30 ed i lavori dureranno fino alle 13.30, per continuare  alle 15.30 e chiudersi alle 18.30. Domani invece si inizierà con una Messa alle 8.30 ed il convegno si concluderà alle 13.30.

Gli scout dell'Assoraider di Messina

L’evento è stato ideato e organizzato dal Centro Diurno Camelot in sinergia con l’Associazione “Il Centauro” Onlus di Messina ed ha ottenuto prestigiosi patrocini e il concorso di diversi enti, associazioni ed aziende cittadine.

Tra loro anche gli scout dell’Assoraider di Messina, che da poco hanno ripreso le proprie attività e che di recente hanno inaugurato la nuova sede in via Rocca Guelfonia 6.

“Crediamo fortemente che iniziative come questa siano un gran bene per la nostra città, ricchissima di storia, e con una grande tradizione -dichiarano i responsabili del gruppo scout, che si è impegnato in prima persona e a lungo con i propri ragazzi per organizzare l’evento alla Badiazza. Per questo motivo partecipiamo con grande entusiasmo a tutto ciò che può contribuire a recuperare, conservare e custodire i “nostri” tesori. E Santa Maria della Valle è uno di questi”.

Francesca Duca

Ventinovenne, aspirante giornalista, docente, speaker radiofonica. Dopo una breve parentesi a Chicago, torna a preferire le acque blu dello Stretto a quelle del lago Michigan. In redazione si è aggiudicata il titolo di "Nostra signora degli ultimi" per interviste e approfondimenti su tematiche sociali che riguardano anziani, immigrati, diritti civili e dell'infanzia.Ultimamente si è cimentata in analisi politiche sulle vicende che animano i corridoi di Palazzo Zanca.