Confermato: Messina-Benevento si giocherà a porte chiuse

Stadio San Filippo (www.skyscrapercity.com)Non è valso a nulla l’incontro di questa mattina tra Comune, Prefettura e ACR Messina. Domani sera -Benevento, gara valevole per la diciassettesima giornata di Lega Pro, si svolgerà a porte chiuse.

La società si era detta fiduciosa dopo l’incontro di questa mattina, ma evidentemente i pullman messi a disposizione dal non sono sufficienti, come si evince dalla nota della Prefettura.

La decisione della Prefettura di chiudere lo stadio per la partita di domani è stata assunta dopo la mancata disponibilità di autobus dell’ATM, partecipata del Comune di Messina, per i tifosi ospiti.

“Nella tarda mattinata odierna -si legge nel comunicato- il questore ha informato la Prefettura che nel corso del già programmato tavolo tecnico tenutosi oggi presso quell’Ufficio per la predisposizione dei servizi di ordine pubblico in occasione degli eventi previsti per domani (sciopero generale e partita di calcio), è stato prodotto dall’ACR un accordo commerciale in base al quale la società ha acquisito la disponibilità di una ditta per 1-2 pullman da adibire al trasporto dei tifosi che intendono assistere alle partite di calcio al San Filippo.

In sede di approfondimento è emerso che l’accordo commerciale non soddisfa pienamente le prescrizioni contenute nella

determinazione n. 26/2014 dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive in quanto non presenta i necessari requisiti di una pianificazione organizzativa di carattere generale.

Pertanto, il documento non è stato ritenuto sufficiente a superare le criticità riscontrate. Si è peraltro rilevato che nulla è pervenuto da parte dell’Amministrazione Comunale, chiamata a condividere con la società la programmazione, secondo le indicazioni fornite dall’Osservatorio con la determinazione che, all’articolo 4 capo I, prescrive che le società sportive, d’intesa con le Amministrazioni locali, devono predisporre specifici piani che prevedano “…idonei e sufficienti mezzi di trasporto pubblico utilizzabili dalle tifoserie, con particolare riferimento a quelli da destinare ai sostenitori della squadra ospite per il trasferimento dalla stazione ferroviaria all’impianto sportivo e viceversa”.

Passaggio questo del quale il sindaco Accorinti non è evidentemente a conoscenza, visto che durante la conferenza stampa convocata stamane ha dichiarato testualmente che “dell’ordine pubblico se ne devono occupare Prefettura e Questura. Questo provvedimento poteva essere evitato, c’è stato un eccesso di rigore”.

“I componenti del consesso -chiarisce ancora la nota della Prefettura- hanno pertanto rilevato unanimemente il permanere della carenza organizzativa che ha determinato l’adozione dell’ordinanza prefettizia del 10 dicembre scorso e che, a giudizio dell’Osservatorio, costituisce “grave carenza strutturale, idonea a provocare conseguenze negative per la sicurezza degli spettatori” e a “determinare la chiusura dello stadio”.

Il prefetto Trotta ha peraltro chiesto formalmente al presidente dell’ACR Lo Monaco e al sindaco Accorinti di smentire ufficialmente le false affermazioni riportate dagli organi di stampa e relative alla ricezione della lettera-diffida del 5 dicembre scorso”. Niente da fare dunque, Messina-Benevento sarà a porte chiuse. (foto www.skyscrapercity.com)

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.