Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Confapi Sicilia, la sfida per la legalità inizia a Gela

Nello Lentini, presidente Confapi Sicilia

La sfida per la legalità di Confapi Sicilia inizia a Gela.  In collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Gela, con l’Università degli Studi “Niccolò Cusano” e con il patrocinio del Comune di Gela, Confapi Sicilia ha organizzato un seminario sul tema “Legalità e sicurezza come cultura di impresa. DLgs. 231/01: regole ed opportunità” presso l’Aula Magna dell’Istituto Commerciale “Don Luigi Sturzo” che si terrà lunedì 5 dicembre alle 14.30.

“Si riparte dalla provincia nissena e questo sarà il primo di una serie di seminari previsti per il mese di dicembre -annuncia il presidente di Confapi Sicilia Nello Lentini. In questo momento di grande difficoltà economica, la nostra associazione torna sul territorio per sostenere e rilanciare il tessuto delle PMI, soprattutto di Gela. Il tema scelto per lunedì, è quello della cultura di impresa, della legalità e della responsabilità civile e penale di chi fa impresa. Martedì 6 dicembre saremo invece in provincia di Siracusa per trattare un altro tema caldo e di attuale interesse: la semplificazione amministrativa e dunque il S.U.A.P., che faciliterà la “creazione di impresa”.

Luigi Cucurullo

Ad introdurre e coordinare i lavori del seminario del 5 dicembre Luigi Cucurullo, coordinatore della delegazione territoriale di Caltanissetta e componente la Giunta di Presidenza di Confapi Sicilia. “Le iniziative del nuovo corso dell’associazione -puntualizza Cucurullo- testimoniano quanto la nostra associazione sia sensibile ed attenta alle problematiche vissute dal sistema delle PMI nei territori in cui sono presenti grandi committenti.  Ed intendiamo dedicare particolare attenzione ai fenomeni che inquinano il

mercato, quali la dipendenza economica delle aziende da un unico committente, l’usura, il lavoro nero e l’evasione fiscale. Ma con il seminario di lunedì prossimo -prosegue Cucurullo- vogliamo fornire alle aziende nostre associate un supporto tecnico-giuridico sulla responsabilità civile e penale delle imprese. Il modello organizzativo e di gestione previsto dalla legge 231 del 2001, che tratteremo a più voci, è un insieme di procedure che regolano e definiscono la struttura aziendale e la gestione dei suoi processi sensibili e che, se correttamente applicato, riduce il rischio di illecito”.

Alessandro Rizzo

“Il nuovo corso avviato dal presidente Lentini -dichiara Alessandro Rizzo, responsabile dell’Ufficio Legalità e Sicurezza di Confapi Sicilia- ha avuto tra i primi suoi atti l’istituzione di questa nuova struttura, che ha come obiettivo principale la creazione di un organismo efficiente sul territorio che sia di supporto alle aziende sane che operano in Sicilia. Perché è inaccettabile che chi opera in maniera illecita e fuori dal mercato costringa le imprese che lavorano rispettando le regole alla chiusura o al trasferimento di competenze e professionalità. E l’alto consenso ottenuto nelle ultime settimane durante i colloqui con i prefetti, i questori ed i rappresentanti delle forze dell’ordine attivi nell’Isola ci spinge a proseguire su questa strada”.

Le relazioni saranno svolte da qualificati professionisti: Prof. Oreste De Cicco – Docente diritto commerciale UNICUSANO, del Dr. Giuseppe Nicoletti – Presidente Ordine Commercialisti e degli Esperti Contabili di Gela, del Dr. Alessandro Rizzo – Responsabile Ufficio per la Legalità e la Sicurezza CONFAPI SICILIA, dell’Avv. Ugo Russo – Responsabile Affari Legali  CONFAPI, dell’ Avv. Salvatore Psaila, del Dr. Arnaldo Cis – Direttore Commerciale ICBPI Istituto Centrale delle Banche Popolari Italiane.