Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Città di Messina, play-off a tre giornate dal termine

Calcio Città di Messina Camaro partita di calcioMatematica qualificazione ai play-off, terzo posto in classifica a 57 punti e ottavo risultato utile consecutivo per un Città di Messina in forma smagliante che al “Giovanni Celeste” supera il Comprensorio Montalto nella XIV giornata di ritorno.

Il tecnico Pasquale Rando schiera il medesimo undici opposto al Savoia: Di Salvia tra i pali, Dombrovoschi, D’Angelo, Cirilli, Viscuso sulla linea difensiva, Cucè, Avola, Assenzio a centrocampo, Citro, Saraniti e Tiscione in attacco.

Dopo un buon avvio della squadra ospite sono i peloritani a tenere le redini del gioco. Occasioni tuttavia da una parte e dall’altra. Occhiuzzi e Tiscione possono più di una volta sbloccare il risultato. I ritmi sono alti. I capovolgimenti di fronte rendono piacevole la gara ai poco più dei cento spettatori presenti allo stadio.

Al 31’ atterrato in area Tiscione. L’arbitro Kether Del Toso della sezione di Maniago assegna il penalty alla squadra di casa. Dal dischetto Avola di destro realizza. Reazione immediata del Montalto con il tiro da fuori di

Piemontese, cui si oppone senza troppa fatica l’estremo difensore del Città di Messina. Tiscione, poco prima dell’intervallo, spreca la chance del raddoppio quando, pescato da Avola, cerca la forza e non la precisione nel calciare. Ottima partenza del Montalto al ritorno dagli spogliatoi. Sifonetti, senz’altro il migliore dei calabresi, impegna in più occasioni la difesa peloritana. Al 9’ due traverse colpite in sequenza da Tiscione e Cirilli sugli sviluppi di una punizione battuta da Avola. Un minuto dopo il pareggio degli ospiti su autorete di Cucè.

Cambia volto la gara e si accendono gli animi dei giocatori. Ben nove ammoniti nel secondo tempo. Intanto al 23’ dentro Giardina e Munafò, fuori Assenzio e Cucè. L’undici di Rando si porta in vantaggio al 29’. Traversone dalla sinistra di Viscuso e portentoso stacco di testa di Saraniti. Il tecnico peloritano esaurisce i cambi a sua disposizione inserendo Cammaroto per Cirilli. Al 36′ è 3-1. Citro dalla destra e marcatura di Giardina.

La pratica Montalto sembra archiviata eppure gli uomini di Franco Giugno non demordono e al 46’ il neo entrato Iannelli, raccolto un perfetto assist di Sifonetti, accorcia le distanze. Poi il fischio finale conferisce i tre punti alla squadra di casa, vera rivelazione del torneo.