Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Che fine ha fatto l’Ufficiale Giudiziario?

L'avv. Antonio Tesoro

Gent.le Avv. Tesoro, sono titolare di una Srl. Nei giorni scorsi ho ricevuto nella casella PEC un atto di citazione con il quale mi viene chiesto il risarcimento di alcuni danni per vizi di merce venduta dalla mia società. Mi è sorto però un dubbio, ma è possibile ricevere un atto del giudiziario tramite PEC mandata dall’avvocato? Non dovrebbe essere l’ufficiale giudiziario a notificare gli atti? Come devo comportarmi? Sarei tentata di fare finta di niente, tanto non hanno alcuna prova che ho ricevuto e letto la mail. Cordiali saluti, Ines S.

Cara Ines, capisco che ancora per molti è una novità ricevere comunicazioni o, come nel Suo caso, un atto giudiziario a mezzo PEC, ma è bene che ci si abitui sin da subito, in quanto dal 1 luglio 2014 l’informatizzazione degli uffici giudiziari sarà perfettamente operativa ed entrerà in funzione il processo civile telematico.

Mentre per le notifiche effettuate a mezzo PEC dal 24 maggio 2013, queste sono operative e valide in quanto le norme di riferimento prevedono la facoltà per gli avvocati di procedere sin da subito alle notificazioni in proprio a mezzo PEC.

Va però precisato che al momento la possibilità di ricevere notifiche a mezzo PEC è limitata solo ad alcune categorie di soggetti. In particolare, la notifica è possibile solo nei confronti di quei soggetti il cui indirizzo PEC risulti inserito in pubblici elenchi, così come previsto dall’art. 3 comma 3 bis L. 54/1994. Tra questi soggetti rientrano le imprese che hanno avuto l’obbligo di munirsi di un indirizzo PEC e di comunicarlo entro il

30 giugno 2013 per essere inserite in un apposito registro e i liberi professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con leggi dello Stato, i quali già da tempo hanno avuto l’obbligo di munirsi di PEC da comunicare al proprio ordine di appartenenza.

Di recente ed in particolare così come previsto con Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 19 marzo 2013, per agevolare la consultazione di tali indirizzi è stato istituito un registro nazionale degli indirizzi di PEC, con possibilità di consultazione tramite il cd. REGINDE reperibile sul sito http://pst.giustizia.it.

Infine, non in ordine di importanza, quali destinatari delle notifiche a mezzo PEC rientrano le pubbliche amministrazioni iscritte nell’IPA, il cui elenco è consultabile sul sito http://www.indicepa.gov.it/documentale/index.php

Pertanto, qualora non fosse a conoscenza, la PEC è l’acronimo di Posta Elettronica Certificata ovvero un sistema di comunicazione e trasporto di documenti informatici, per alcuni versi assimilabile alla posta elettronica comune, ma per altri versi questa ha un architettura più complessa in particolare la PEC consente la garanzia e la certezza, dell’invio e della consegna del messaggio e-mail al destinatario e rispetto ad una normale raccomandata consente anche la certificazione del contenuto del messaggio trasmesso.

Pertanto avendo lo stesso valore legale della comune raccomandata A.R., non è per niente consigliabile far finta di non avere ricevuto nulla, in quanto risulterà chiaramente al mittente, tramite ricevuta di accettazione e consegna, che il messaggio Le è stato correttamente consegnato ed assume perfettamente efficacia legale.

La citazione a Lei notificata a mezzo PEC ha valore legale, anche in considerazione che è indirizzata ad una Società Srl e quindi Le consiglio vivamente di rivolgersi con l’urgenza del caso ad un legale.

Per contattare l’avv. Antonio Tesoro potete scrivere alla seguente e-mail: studiolegale@antoniotesoro.it o tramite il sito www.antoniotesoro.it

Antonio Tesoro

Avvocato civilista, esperto di diritto delle nuove tecnologie del web, appassionato ed ex praticante di arti marziali, adora la musica e ogni tanto abbraccia una delle sue numerose chitarre. Su Sicilians cura la rubrica Leggi&cavilli, ma non gli dispiacciono le incursioni in altri settori. Raffinato gourmet, disdegna Masterchef Italia e sogna l'edizione statunitense.