Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Catania. Scoperta stazione di servizio abusiva, sette arresti per contrabbando

Guardia di finanza, catania oli minerali 1 (1)I finanzieri di Catania hanno scoperto  una vera e propria stazione di servizio abusiva, dove era venduto gasolio di contrabbando, in un una zona adiacente al centro commerciale Porte di Catania. L’area recintata, attrezzata come una vera e propria stazione di servizio, era  protetta da due cancelli elettrici e da alcuni cani da guardia.

L’operazione delle Fiamme Gialle è scattata di notte dopo che i finanzieri erano insospettiti da due grossi autoarticolati telonati che accedevano all’area. I militari sono intervenuti immediatamente e hanno sorpreso sul piazzale alcune persone intente a trasbordare il gasolio dai camion in grosse cisterne.

Le successive perquisizioni hanno portato al sequestro dei due autoarticolati, di 53 mila litri di gasolio, contenuto in recipienti da mille litri e importato illegalmente dalla Slovenia, del magazzino utilizzato per lo stoccaggio del carburante, delle attrezzature per il travaso del prodotto, di alcune cisterne e di un grosso serbatoio dotato di pistola erogatrice e contalitri. I due autotrasportatori, un croato e uno sloveno, e cinque catanesi, fra cui i proprietari dell’area, sono stati tratti in arresto per contrabbando.

Guardia di finanza, catania oli minerali 1 (2)“Ancora una volta – spiegano dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania – è stato appurato che gli autoarticolati sono il mezzo più utilizzato

per il trasporto di gasolio di contrabbando, dato che le autocisterne sono normalmente sottoposte a mirati controlli su strada.

Il gasolio, caricato in grossi recipienti a bordo di camion telonati, viaggia accompagnato da documenti di trasporto che ne attestano falsamente la natura di olio lubrificante e indicano una falsa destinazione. Questi illeciti, oltre a determinare ingenti perdite di gettito per l’Erario, creano un vero e proprio mercato nero dei carburanti a danno degli operatori onesti, i quali subiscono la concorrenza sleale di chi può abbassare i prezzi, distorcendo in tal modo le regole del mercato”.

Il prezzo medio di vendita del gasolio di ontrabbando ha un prezzo inferiore tra i 20 e i 25 centesimi per litro a quello praticato dai distributori regolari.

Guardia di finanza, catania oli minerali 1 (3)“Il risparmio per gli utenti, per lo più autotrasportatori – aggiungono dal Comando Provinciale – non tiene conto, tuttavia, dei rischi di danni meccanici che il prodotto, di scarsa qualità e non rispondente agli standard di sicurezza, può causare”.
I maggiori profitti di questo traffico illecito vanno ai venditori del carburante, i quali possono contare su un prezzo di acquisto di circa il 60% inferiore a quello della regolare rete di distribuzione.

Bisogna anche ricordare gli enormi rischi legati al trasporto e ai travasi del prodotto, che avvengono senza alcuna precauzione antincendio e di sicurezza. E mettono a repentaglio l’incolumità anche di chi è intento ad acquistare o, comunque, si trova nelle vicinanze.

Antonio Maimone

Laureato in giornalismo all'Università di Messina. Ha sempre avuto la passione per il calcio e per lo sport in generale. Ha collaborato con diverse redazioni sportive e per Sicilians vi porterà all'interno di tutte le realtà sportive locali e regionali, facendo ogni tanto qualche passaggio in cronaca.