Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Catania. Meeting interculturale, migrazioni e integrazione

Compagnia dei dirittiStamattina, nell’aula magna della facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Catania, si è svolto il Meeting interculturale. Durante il convegno è stato presentata l’attività de La compagnia dei diritti – Rights for everyone, progetto itinerante per informare e sensibilizzare i cittadini sulle tematiche dell’immigrazione e dell’integrazione sociale, del Consorzio Sol.Co. Rete di imprese sociali siciliane che ha come partner la Fondazione Èbbene. Il percorso iniziato nel mese di novembre e che terminato a metà giugno in 21 diversi appuntamenti ha toccato tutta la Sicilia. In ogni tappa il progetto  ha coinvolto diverse associazioni, enti, scuole e imprese locali oltre che tutta la società civile.

Dopo i saluti iniziali e l’introduzione ai lavori del presidente del Consorzio Sol.Co. Francesco Passantino,  che ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa, anche il Presidente della Fondazione Èbbene Dino Barbarossa, ha voluto evidenziare come più soggetti riescono insieme a fare rete per il bene comune e quindi di tutti i cittadini immigrati e non.

migranti_A seguire, la referente area progettazione del Consorzio Sol.Co. Daniela Piangiamore ha presentato i risultati del progetto focalizzandosi sui dati che hanno fatto del progetto un’iniziativa solida e significativa sul territorio siciliano.
Tra i cittadini immigrati in Sicilia si è registrata una maggiore presenza di cittadini asiatici, nord africani e sud americani. Dal progetto, inoltre, è emerso che il 54 per cento dei cittadini immigrati non aveva mai usufruito nè era mai venuto a conoscenza delle opportunità e dei servizi presenti per loro sul territorio. Insomma, le attività progettuali de La Compagnia dei diritti sono state per molti la prima vera occasione di essere informati e ascoltati.

Successivamente hanno preso la parola Carlo Pennisi, ordinario di Sociologia del Diritto dell’Università di Catania, che è intervenuto su Diritti e pratiche oltre l’emergenza. L’Italia e le riforme sull’immigrazione.

Mentre Massimo Millesoli, referente area legale del Consorzio Sol.Co. ha parlato di Accoglienza e integrazione: la rete dei servizi per l’inclusione sociale. A seguire gli interventi di Don Giuseppe Cannizzo, direttore
Ufficio immigrazione della Diocesi di Catania, Emiliano Abramo della Comunità di Sant’Egidio e Giovanni Fortugno della Comunità Papa Giovanni XXIII.

Durante l’incontro è stato anche presentato il protocollo Reti interistituzionali territoriali stabili per la promozione di modelli di governance condivisi sulle tematiche dell’integrazione e delle politiche migratorie. L’accordo, promosso dal Consorzio Sol.Co. Rete di Imprese Sociali Siciliane, per proseguire nelle attività già promosse sul territorio siciliano e impegnare anche altre associazioni ed enti insieme per il futuro dei cittadini immigrati e per una totale integrazione sociale.

Per concludere la giornata si è svolto, presso la Moschea di Catania, la più grande del mezzogiorno d’Italia, con la collaborazione di Abdelhafid, Kheit presidente della Comunità Islamica di Sicilia e Imam Moschea, un momento di preghiera interreligioso.

Antonio Maimone

Laureato in giornalismo all'Università di Messina. Ha sempre avuto la passione per il calcio e per lo sport in generale. Ha collaborato con diverse redazioni sportive e per Sicilians vi porterà all'interno di tutte le realtà sportive locali e regionali, facendo ogni tanto qualche passaggio in cronaca.