Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Catania. Lapillo d’argento: premiati Lando Buzzanca e Sebastiano Somma

Nino Graziano Luca e Lando Buzzanca Luca_Somma Nino Graziano Luca e Sebastiano Somma Gruppo Lapillo d’Argento. Da sinistra: Luca, Somma, Vercesi, M. Condorelli. Buzzanca, Chiappucci Lapillo - Harmonia Suave Nino Graziano Luca e Sebastiano Somma con il gruppo Harmonia Suave della Compagnia Nazionale di Danza Storica

A Belpasso mercoledì scorso si è tenuta la prima edizione del premio Lapillo d’argento. In piazza Santa Lucia sono stati premiati dal direttore artistico Nino Graziano Luca, tra gli altri, Lando Buzzanca  e Sebastiano Somma.

L’evento è stato organizzato dall’Amministrazione di Belpasso guidata dal sindaco Carlo Caputo col supporto di Massimo Condorelli, delegato agli eventi del Comune, e con la direzione artistica di Nino Graziano Luca e Marco Aloisi dell’Harim Accademia Euromediterranea.

“Nel vulcano della cultura italiana ci sono personaggi simili ai lapilli: spettacolari, energici, proiettati verso l’alto – spiegano gli organizzatori. Allegoria che nella terra dell’Etna non può che tradursi in un vero e proprio riconoscimento: un Premio nazionale alla Carriera”.

Sei personalità vulcaniche appunto, sono state insignite del Lapillo d’Argento – Etna Award: il celebre attore Lando Buzzanca, che da poco ha compiuto ottant’anni, premiato per la sua lunga e gloriosa attività cinematografica. Sebastiano Somma, da decenni volto amato della fiction tv e del teatro, e poi, Pier Luigi Vercesi, direttore di Sette, magazine del Corriere della sera. Il ciclista medaglia d’argento mondiale Claudio Chiappucci, storico el diablo. Il presidente di Aeroviaggi Antonio Mangia, figura chiave del turismo siciliano. Il Lapillo d’argento alla memoria è andato al cavaliere Francesco Condorelli., alla cui memoria è legata un’epoca imprenditoriale della nostra isola.

“Sono personalità esemplari che abbiamo voluto premiare e riunire alle pendici dell’Etna anche per l’influenza che la Sicilia ha esercitato nelle loro carriere, basti pensare a Buzzanca e Somma già interpreti intensi di celebri opere letterarie di De Roberto, Pirandello, Sciascia, per citarne alcuni” – ha affermato Nino Graziano Luca, che ha condotto la premiazione affiancato da Elisa Lisitano.

La serata ha regalato momenti di alto spessore culturale di matrice siciliana: il soprano turco Gonca Dogan ha intonato l’intramontabile aria Casta Diva di Vincenzo Bellini.

Sebastiano Somma ha recitato con trasporto alcuni brani noti del Gattopardo, il gruppo Harmonia Suave della Compagnia Nazionale di Danza Storica ha fatto rivivere con i propri passi e costumi l’epoca ottocentesca.

Un evento di straordinaria sicilianità che farà eco anche nell’appuntamento di stasera, 4 settembre, alle 21 in piazza Santa Lucia a Belpasso. Stavolta saranno protagoniste le Dinastie e la moda. Sempre con la direzione artistica di Nino Graziano Luca e Marco Aloisi, l’iniziativa ripercorrerà la storia dell’illustre famiglia Florio, direttamente dalla viva voce della loro discendente diretta Costanza Afan de Rivera.

 

Antonio Maimone

Laureato in giornalismo all'Università di Messina. Ha sempre avuto la passione per il calcio e per lo sport in generale. Ha collaborato con diverse redazioni sportive e per Sicilians vi porterà all'interno di tutte le realtà sportive locali e regionali, facendo ogni tanto qualche passaggio in cronaca.