#Catania. Da Cannes alla Sicilia in bici partita l’avventura di Brice Lorin

Brice Lorin (3)Brice Lorin, francese di quarantadue anni, ama tanto la Sicilia che ha deciso di percorrere tutta l'Italia in bicicletta pur di raggiungerla. E in totale saranno mille e cinquecento i chilometri che dovrà percorrere per raggiungere l'Isola e soprattutto le eccellenze agroalimentari firmate Sicily Food Experience: il per l'export infatti, sta accompagnando il francese in quest'avventura con arrivo previsto il 13 aprile prossimo a Catania.

Brice partito da Cannes lo scorso 3 aprile, ad accoglierlo nel capoluogo etneo, oltre a familiari e amici, ci sarà il profumo dell'olio, del vino, della pasta e degli altri prodotti forniti dalle aziende selezionate da Sicily Food Experience.

Le progressive tappe del viaggio e i dettagli del percorso di Brice possono essere seguite in tempo reale tramite la pagina Facebook Sicily Food Experience, che per l'occasione ha lanciato l'hashtag ufficiale #sicilytourexperience.

Una road map impegnativa animata dallo no limits che da sempre contraddistingue Brice Lorin: a piedi da Parigi a Santiago di Compostela in 71 giorni, in trekking sul monte Annapurna in Nepal e intorno all'isola portoghese di Madeira, fino alla traversata da Cannes a Saint Tropez in Brice Lorin (1)kayak.

“È una sfida che presenta molte incognite – afferma Brice, che ha già concluso la prima tappa di 156 chilometri ad Albenga – a partire dalle condizioni climatiche e dalla particolarità del percorso che rispecchia la diversità paesaggistica e territoriale della penisola. Brice Lorin (4)Dovrò fare i conti anche con le motivazioni psicologiche, che in questi casi sono il motore di tutto per rispettare la tabella di marcia devo pedalare per sette ore al giorno percorrendo minimo 140 chilometri” – conclude il francese.

“Abbiamo voluto accompagnare Brice in questa avventura perché rappresenta a pieno la mission del nostro brand – afferma Bruno Augusto Merotto, communication & marketing manager di Sicily Food Experience – vogliamo sfidare le logiche commerciali della grande distribuzione e della globalizzazione restituendo visibilità alle aziende del che producono ancora secondo i canoni della genuinità e della tradizione, un'impresa faticosa, proprio come percorrere in bici Cannes-Catania”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *