Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Catania. Controlli a tappeto della Polizia per il contrasto dell’illegalità

auto polizia

Mercoledì scorso, 25 novembre, il quartiere di  San Berillo Vecchio e altre aree del centro storico sono state teatro di una serie di controlli mirati a contrastare ogni fenomeno di illegalità.

Tra l’altro, il questore Marcello Cardona ha disposto una serie di controlli finalizzati all’identificazione di cittadini stranieri e al contrasto della prostituzione.

Dalle prime ore del mattino di mercoledì 25 novembre, poliziotti delle Volanti e della Squadra a cavallo e cinofili, coordinati dal funzionario dell’Ufficio Prevenzione Generale Soccorso Pubblico (UPGSP) e accompagnati da personale dell’ENEL, hanno eseguito diverse perquisizioni presso alcune abitazioni di via Coppola e via Pistone.

Sono stati individuati venti cittadini, originari del Gambia, Senegal, Somalia, Marocco, molti dei quali privi di documenti d’identità e di permesso di soggiorno sul territorio nazionale.

Sono stati accompagnati presso gli Uffici della Questura, dove sono stati trattenuti per gli ulteriori accertamenti da parte dell’Ufficio Immigrazione. Al termine degli accertamenti sei sono stati denunciati per furto di energia elettrica, accertato dal personale dell’Enel.

Nel corso della serata, gli agenti delle Volanti, insieme ad equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale, hanno controllato quindici romene, sorprese lungo i marciapiedi di viale Lorenzo Bolano, viale Andrea Doria, viale F.lli Vivaldi, viale Marco Polo e viale Ulisse, viale Africa e via Dusmet. Le donne erano “abbigliate con vestiti succinti e con tipico atteggiamento diretto all’invito di eventuali soggetti in transito al libertinaggio” – si legge in una nota della Questura di Catania.

Le straniere, molte prive di documenti d’identità, sono state accompagnate per l’identificazione presso gli uffici della Questura e trattenute per gli adempimenti amministrativi da parte dell’Ufficio immigrazione.

I poliziotti, con l’ausilio di un equipaggio della Polizia Locale, hanno istituito anche posti di controllo in piazza Risorgimento e piazza San Placido. Inoltre, con la collaborazione di personale del Reparto Annona-Commerciale della Polizia Locale, gli agenti hanno controllato un locale di viale Libertà.  Il titolare è stato denunciato per invasione di terreni, per aver posto tavoli, sedie, fioriere e lanterne sul suolo pubblico senza alcuna autorizzazione.

Dalla Questura di Catania spiegano che gli agenti durante l’operazione hanno identificato centocinque persone e controllato quarantaquattro veicoli. Trentacinque persone sono state accompagnate in ufficio e sette sono state denunciate, mentre sono state effettuate quattro perquisizioni domiciliari. Sono state sanzionate cinquantatré violazioni al Codice della Strada, due ciclomotori sono stati sottoposti a fermo amministrativo per mancato uso del casco e mentre sono stati sette i sequestri amministrativi per la mancanza della copertura assicurativa. Sono state ritirate inoltre cinque carte di circolazione e tre patenti di guida.